Tempo di lettura stimato: Meno di un minuto

Roscoe Mitchell

Roscoe Mitchell

Associazione Culturale “Costa della Forma”
Chiostro di Villa D’Este (Tivoli), 28 giugno 2009

Un concerto soltanto, ma di caratura planetaria. Il è guidato dal sassofonista, flautista e compositore Roscoe Mitchell, mitico componente dell’Art Ensemble of Chicago (il gruppo si esibì a Tivoli una trentina di anni fa), appartenente al seminale “giro” dell’AACM, associazione cooperativistica nata nel ‘65 nella “città del vento” per promuovere gli artisti afroamericani. Tra i padri fondatori dell’AACM spiccano Muhal Richard Abrams, Anthony Braxton e Leo Smith.
Il lessico dei jazzisti d’avanguardia chicagoani si distingue dalle proposte dei coevi colleghi newyorchesi, pur condividendone rabbia e orizzonti politico/culturali. Si accentuano i riferimenti a Madre Africa (fin dai costumi). Le reminiscenze tribali non cozzano con gli influssi della scuola accademica europea, dando forma a prototipici sincretismi: si intersecano parentesi colte e complesse “addizioni metriche” africano/occidentali, vecchia polifonia neworleansiana e frenetico be bop, umori soul/blues/gospel e free radicale.
Il gruppo di Roscoe Mitchell aggiorna l’innovativo “manifesto” partorito dall’AACM quasi mezzo secolo fa.
Nella 15a edizione di Along Came Jazz ricordiamo Billie Holiday (Lady Day), Lester Young (Pres), Sidney Bechet e Charles Mingus: i primi tre scomparsi nel ‘59, l’ultimo nel ‘79.
Domenica 28 giugno Tivoli, Chiostro di Villa d’Este Ore 21.30

ROSCOE MITCHELL QUARTET

Roscoe Mitchell sax contralto, sax soprano, flauto
Hugh Ragin tromba, flicorno, cornetta
Harrison Bankhead , violoncello
Tani Tabbal

INGRESSO LIBERO

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti