Martedì 14 luglio Mina Agossi Trio

MULTICULTURITA SUMMER JAZZ FESTIVAL 2009

Dopo gli entusiasmanti concerti del duo Maria Pia De Vito e Huw Warren, Quintorigo Plays Mingus, Multiculturita Jazz Band e Vito Di Modugno Organ Quartet, ancora una “rarità” caratterizza il quarto appuntamento della la settima edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival, rassegna organizzata dall’Associazione Multiculturita J.S., con la direzione artistica di Michele Laricchia ed il supporto promozionale di Jazzitalia.
Martedì 14 luglio (ore 21), in esclusiva per tutto il Sud Italia, complice la suggestiva ed accogliente Tenuta Virgilio (Strada Provinciale Valenzano – Casamassima Valenzano – Ba), sarà in scena la vocalità ritmica, travolgente ed energica di Mina Agossi.
(altro…)

Roberto Gatto chiude l’edizione 2009 del Beat Onto Jazz Festival

Roberto Gatto

Roberto Gatto

In programma dal primo al 4 agosto 2009

Nono appuntamento con il Beat Onto Jazz Festival, kermesse che si attesta tra i più importanti festival della Penisola, anche quest’anno – nonostante le non poche difficoltà incontrate dall’ente organizzatore – si terrà nella suggestiva cornice della Piazza Cattedrale a Bitonto, comune a pochi chilometri dal capoluogo pugliese.
Dal 1 al 4 agosto, la cittadina del nord barese accoglierà alcuni tra i più interessanti progetti del panorama jazzistico internazionale.

(altro…)

Christian McBride l’università del contrabbasso

Lunedì 13 luglio alla Casa del Jazz di Roma sarà di scena il gruppo del contrabbassista Christian McBride con Steve Wilson al sax alto, Peter Martin pianoforte, Warren Wolf vibrafono e Owens Ulysses, batteria
Christian McBride è da diversi anni uno dei più brillanti e affermati contrabbassisti della scena jazzistica mondiale. Straordinario virtuoso del proprio strumento, McBride sin dall’inizio degli anni ’90 ha svolto un’intensa attività ai massimi livelli del jazz USA, collaborando con molti nomi storici del jazz quali Ray Brown, McCoy Tyner, Joe Henderson, Betty Carter e star contemporanee come Michael Brecker, Pat Metheny e Chick Corea.
Accompagnatore in possesso di una cavata trascinante come poche ed elettrizzante solista dal notevole acume armonico, McBride è uno dei continuatori più convincenti della grande tradizione del contrabbasso nero creata da musicisti quali Oscar Pettiford o Ray Brown, lezione che lui ha saputo convincentemente portare avanti attualizzandola e innestandovi elementi di musicale spettacolarità, anche in virtù delle doti tecniche fuori dal comune che gli sono proprie.

(altro…)

Gi Aires Tango festeggiano i quindici anni di attività

Aires Tango

Aires Tango

Nell’occasione verrà presentato “10/15” il nuovo album prodotto dalla Parco della Musica Records- Giovedì Rachelle Ferrell

Un grande ritorno a Luglio Suona Bene 2009: gli Aires Tango, uno dei gruppi più originali degli ultimi anni che unisce jazz e tango. Dopo un lungo periodo di assenza dalle scene gli Aires Tango presenteranno il nuovo album prodotto dalla Parco della Musica Records “10/15” per celebrare quindici anni di attività e dieci dischi pubblicati. Un grande evento per festeggiare una delle formazioni più originali e innovative degli ultimi anni.
Il gruppo nasce nel 1994 da un idea del sassofonista e compositore argentino Javier Girotto, che ispirandosi alle proprie radici musicali e fondendole con le modalità espressive tipiche del Jazz crea un terreno musicale nuovo. Facendo esplicito riferimento alla musica del grande Astor Piazzolla, Javier Girotto con Aires Tango arriva ad un repertorio di musica originale in progressiva evoluzione, sia per la natura improvvisativa che per il continuo ricambio del materiale musicale.

(altro…)

Energia e lirismo nella musica di Pieranunzi

Enrico Pieranunzi (foto di Agostino Mela)

Enrico Pieranunzi (foto di Agostino Mela)

Energia, ispirazione, lirismo, fantasia, e ascolto reciproco al teatro Morlacchi per il quintetto di Enrico Pieranunzi nell’ ambito di Umbria Jazz.
Pieranunzi, presentando unicamente suoi brani originali, ha ampiamente spaziato nel suo repertorio. Innanzitutto scegliendo pezzi in un arco temporale che va dai primissimi anni 80 ( ” New lands ” ) a oggi ( “ The extra something”, presentato in prima assoluta e composto “ieri”, se così si puo’ dire); ma anche alternando brani di sapore molto diverso fra loro: da quelli piu’ ritmici e vigorosi (Enthropy), ai latini (Danza 2), alle ballads (“With a hearth in my song”).

(altro…)