Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Charles Lloyd

Charles Lloyd

Ieri sera 28 luglio a Santa Margherita Ligure (ore 21,30 – piazza Caprera, ingresso libero) il “New Quartet” del sassofonista americano Charles Lloyd ha chiuso il “Liguria Jazz Summer 2009”, la rassegna jazzistica giunta alla quarta edizione.
E’ stato l’l’ultimo concerto in programma dopo quelli di Tullio De Piscopo, Keith B. Brown, Ray Gelato e i “Blues Swingers” di Roberto Testini che hanno entusiasmato il sempre numeroso pubblico presente a Rapallo, Camogli e Recco.
Charles Lloyd ( tenore, flauto, tarogato), considerato oggi uno dei più importanti della scena jazz internazionale e degno prosecutore dell’opera di John Coltrane, è stato accompagnato sul palco da Jason Moran (piano), Reuben Rogers () e Eric Harland (percussioni).
Il musicista statunitense ha presentato brani tratti dall’ultimo e premiatissimo album “Rabo de Nube”: disco che prende il titolo da una celebre ballata del cantautore cubano Silvio Rodriguez, già fatta conoscere al pubblico del jazz da Charlie Haden.

Nato a Memphis, Tennessee nel 1938, Charles Lloyd ha esordito professionalmente nel 1957, collaborando con Chico Hamilton, Cannonball Adderley, Richard Davis. Alla metà degli anni Sessanta Lloyd forma il suo primo, importante gruppo, un quartetto in cui troviamo un giovanissimo Keith Jarrett, Cecil Mc Bee e Jack DeJohnette: vero e proprio trampolino di lancio per le carriere individuali dei musicisti, in seguito, e veicolo per una straordinaria notorietà di Lloyd anche fra il pubblico che segue il rock in quegli anni così particolari .
Tra il ‘66 ed il ‘69 Charles Lloyd è invitato a suonare in contesti diversissimi quali il Fillmore West di San Francisco, tempio del rock alternativo, al Festival di Monterey e in Unione Sovietica. Un periodo di enorme successo, cui ne fa seguito uno lungo di attività ridotta, in campo musicale, perché Lloyd, pur senza abbandonare la musica, sempre più si dedica alla ricerca spirituale, elemento frequente in molti jazzisti.
Il grande ritorno è negli anni Ottanta, a fianco di Michel Petrucciani: Lloyd trova modo di perfezionare ulteriormente il suo stile fiatistico, allo stesso tempo lirico ed impetuoso, e fonda quindi un secondo, fortunatissimo quartetto, affiancato da Bobo Stenson, Palle Danielsson, Jon Christensen. Il gruppo incide numerosi cd per la prestigiosa etichetta tedesca Ecm, che “investe” sul grande ritorno di Lloyd sulle scene internazionali. Ultimamente il fenomeno Lloyd trova un culmine con l’incisione dell’ultimo cd “Rabo de Nube” con un nuovo trio di accompagnatori.

Il “Liguria Jazz Summer 2009” è un evento realizzato dal Museo del Jazz di Genova in collaborazione con Ellington Club Genova e patrocinato da Regione Liguria, Provincia di Genova, Comune di Rapallo, Città di Recco, Città di Camogli, Comune di Santa Margherita e Pro Loco di Recco.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti