Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Silvia Mezzanotte

Silvia Mezzanotte

Sabato 3 ottobre al Teatro Nuovo di Ferrara (ore 22), la Silvia Mezzanotte (ex voce dei Matia Bazar) sarà la protagonista del secondo concerto della rassegna SoundFe, organizzata dell’Associazione SoundFe, il Teatro Nuovo di Ferrara e l’Associazione nuFlava, in collaborazione con Ferrara Terra e Acqua. Il concerto di Silvia Mezzanotte sarà incorniciato da un doppio evento mondano animato dalla presenza e la musica di Dado Funky Poetz, dj di punta di Radio Monte Carlo: alle ore 19:30 inizierà l’aperitivo musicale, vero riscaldamento per il concerto di Silvia Mezzanotte, mentre dopo di questo, alle ore 24, prenderà il via l’After show Martini Party, tratto caratterizzante di tutta la rassegna SoundFe. Silvia Mezzanotte, alla guida di un quartetto completato da Pino De Fazio (), Luca Cantelli (contrabbasso) e Max Govoni (), si esibirà in Regine, un recital dal sapore jazz insolito e sorprendente nel quale la cantante dà nuova vita a brani di tutti i tempi, portati al successo dalle grandi regine della musica internazionale. Silvia rende così omaggio alle dive che hanno contribuito alla sua crescita musicale, cantando in ben sette lingue le sue canzoni preferite delle più grandi voci italiane e straniere, da Mina a Liza Minnelli, passando attraverso il fado di Amalia Rodrigues fino alla rivisitazione della Carmen di Bizet. Alcune di queste canzoni non aspettavano altro che di ricevere una nuova veste, come le Vacanze romane, che Silvia ha cantato con i Matia Bazar, o l’Habanera di Bizet, legata alla figura di Maria Callas, che assume una fantasiosa e suggestiva immagine pop. Ma ci sono anche L’edera di Nilla Pizzi, verseggiata in spagnolo, o Diamonds Are a Girl’s Best Friend cantata da Marilyn Monroe in Gli uomini preferiscono le bionde, New York New York resa celebre da Liza Minnelli e un sospiro di Edith Piaf con La Vie en rose. Silvia Mezzanotte entra poi nel mondo di Mina con Ancora, ancora, ancora, visita la Lisboa Antigua di Amalia Rodrigues e la Napoli di ‘O surdato innamorato.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti