Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Al Campidoglio si è tenuto a battesimo il Coordinamento Nazionale Scuole di Alta Formazione di cui fanno parte la Fondazione Siena , i Civici Corsi di dell’Accademia Internazionale della Musica di Milano e il Saint Louis College of Music di e Brindisi. L’iniziativa è stata presentata ufficialmente alla stampa il 2 novembre, a presso il Campidoglio, alla presenza di Federico Mollicone, Presidente della Commissione cultura del comune di , Franco Caroni, Presidente Fondazione Siena Jazz, Enrico Intra, direttore dei civici corsi di jazz dell’Accademia Internazionale della Musica di Milano e Stefano Mastruzzi, Direttore Saint Louis College of Music di e di Brindisi.
E’ nato, così, il Coordinamento Nazionale Scuole di Alta Formazione Jazz che rappresenta una nuova, rivoluzionaria intesa tra istituzioni prestigiose italiane.
Per la prima volta nel nostro paese,infatti, Istituzioni storiche e qualificate nel settore della didattica della musica jazz, superando antichi e anacronistici steccati, hanno deciso di collaborare strettamente, di “fare sistema”, ricercando sinergie che potenzino le loro caratteristiche didattiche d’eccellenza. La finalità è quella di perseguire percorsi formativi condivisi, volti alla creazione di sinergie e progetti comuni per poter qualificare, creare e formare eccellenze nel campo della formazione europea.
Il Coordinamento Nazionale accoglierà tutte quelle Istituzioni didattiche che dimostreranno di operare in base ai criteri e alle linee guida dell’Alta Formazione musicale europea e la cui organizzazione didattica rispetti le norme del Sistema di Qualità europeo. Inoltre, le Istituzioni aderenti al Coordinamento Nazionale dovranno uniformarsi agli standard normativi richiesti in termini di sicurezza e adeguatezza delle strutture e dimostrare di possedere la strumentazione musicale e tecnologica idonea a gestire corsi di eccellenza.
Le tre Istituzioni fondatrici del Coordinamento Nazionale, oltre a rappresentare centri di eccellenza nell’alta formazione professionale, costituiscono degli ambiti di socialità, ove ciascun allievo diviene parte integrante della vita musicale e artistica. Questa filosofia accomunerà tutte le altre Istituzioni che vorranno aderire al CoNSAF.
Il processo di apprendimento nelle Istituzioni associate dovrà essere centrato sullo sviluppo artistico e personale dello studente, spingendosi ben oltre l’acquisizione di specifiche conoscenze ed abilità, comunque necessarie per una solida formazione musicale.
Ogni Istituzione dovrà necessariamente impegnarsi a seguire per almeno un anno i propri migliori studenti diplomati, offrendo loro la possibilità di esibirsi nei Festival, nelle rassegne e nei locali da del nostro Paese e creando loro occasioni di confronto con i giovani musicisti e artisti delle pari Istituzioni italiane ed europee.
Un imprescindibile obiettivo del Coordinamento Nazionale è quello di attivare collaborazioni fra strutture didattiche prestigiose, in Italia ed all’estero, organizzando attività di interscambio, che possano aiutare i nostri giovani musicisti a qualificare il proprio lavoro e la propria espressione artistica, ad un livello pari o superiore a quello attualmente rilevabile nell’Unione Europea.
In particolare il ConSAF persegue obiettivi quali:
– riconoscimento reciproco dei percorsi formativi e dei relativi titoli fra gli associati. Tale riconoscimento si basa sull’attivazione di criteri condivisi di trasparenza e quindi di leggibilità e comparabilità dei percorsi formativi e dei titoli di studio di ciascuna istituzione associata, oltre che sulla piena condivisione dei risultati di apprendimento richiesti agli studenti;
– mobilità di allievi che possono in tal modo completare il proprio percorso formativo nelle diverse Istituzioni, vedendosi riconosciuti esami e percorsi svolti presso le Istituzioni aderenti al CoNSAF;
– riconoscimento dei principi e degli obiettivi perseguiti dalla “Dichiarazione di Bologna” processo di riforma a carattere europeo dell’Istruzione superiore (www.bolognaprocess.it );
– pianificazione e realizzazione di programmi didattici condivisi e comparabili per il conseguimento di risultati di eccellenza nell’attività musicale dei propri studenti, lavorando per realizzare al massimo la loro qualificazione, l’aumento delle loro professionalità, della loro creatività e lo sviluppo della loro componente artistica;
– incentivare gli studenti nel loro sviluppo formativo al di là dei programmi di studio di base, per raggiungere il più alto livello individuale possibile in termini di competenze ed abilità personali, avuto riguardo alle potenzialità dei singoli;
-promozione dei giovani musicisti diplomati presso le Istituzioni aderenti al CoNSAF tramite l’organizzazione di attività per il loro avviamento professionale e artistico, quali produzioni discografiche e servizi di agenzia artistica per la promozione sul territorio nazionale;
– creazione di uno schema formativo volto a promuovere la realizzazione ed il riconoscimento di titoli congiunti fra gli associati.

I requisiti necessari per associarsi al Coordinamento Nazionale Scuole di Alta Formazione Jazz sono i seguenti:
– Adeguamento agli standard del “Processo di Bologna” per l’Alta Formazione Musicale (adesione ai principi dell’Associazione Europea dei Conservatori);
– Certificazione del Sistema Qualità conforme alla norma UNI EN ISO 9001-2008;
– Attivazione del Sistema Interno di Qualità secondo gli standard dell’AEC;
– Riconoscimento come Agenzia Formativa accreditata dalla propria Regione; Possesso delle seguenti certificazioni: prevenzione incendi (CPI)
igienico-sanitaria; assenza barriere architettoniche testo unico sulla sicurezza (D.L.81/9 aprile 2008)
– agibilità ad uso scolastico
– impiego corpo docente qualificato in coerenza con le specifiche richieste dal Ministero (prossima eventuale idoneità nazionale) o per “chiara fama”;
– disponibilità di strutture qualificate predisposte specificamente per la musica jazz;
– presenza di strumentazione idonea per il corretto svolgimento dei corsi di musica jazz;
– condivisione di standard qualitativi di verifica delle competenze e abilità minime d’ingresso
e delle competenze e abilità minime di fine anno e di fine corso.

Attività istituzionali di base della CoNSAF:

– creazione e gestione di un sito web dedicato con finalità, modalità di adesione, spazio per gli associati, forum di discussione, news e link utili per Istituti, docenti e allievi, on-line a partire da gennaio 2010;

– organizzazione di Jazz-meeting nazionali con la partecipazione di allievi e docenti delle istituzioni didattiche consociate e delle istituzioni pubbliche e private che condividano le linee guida europee dell’istruzione musicale superiore;
– organizzazione di un convegno annuale sulle tematiche dell’alta formazione per lo studio della musica jazz;
– partecipazione alle attività delle più importanti istituzioni internazionali del settore;
– organizzazione di attività didattiche e promozionali con scambi di allievi e docenti fra gli associati e le istituzioni italiane ed internazionali operanti nell’Alta Formazione Musicale.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti