Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Rita Marcotulli

Rita Marcotulli

Si svolgerà dal 28 al 30 maggio, al Teatro dei Calanchi di Lubriano (Viterbo) la seconda edizione di “Pianofor3”. Saranno tre serate a tema con la partecipazione di alcuni tra i migliori pianisti oggi attivi nel nostro Paese. Le serate prevedono, prima del concerto, una guida all’ascolto del musicologo Emiliano Li Castro.

Il programma nel dettaglio

venerdì 28 ore 21,30 serata classica/contemporanea.
Arturo Annecchino in Midnight Piano concert.
con la “valigia sonora” e una performance di Alice Sforza

Un pianoforte e un elemento elettroacustico, in contrappunto; la sua soffusa performance pianistica è delicatamente sconvolta dalla presenza di uno strumento curioso: la Valigia Sonora, (oggetto in apparenza antico e un po’ trasandato ma dotato di sofisticati elementi tecnologici) del viaggiatore della notte Arturo Annecchino, che arricchirà di suoni ed atmosfere la sua emozionante performance pianistica.
Arturo Annecchino è musicista e compositore tra i più accreditati della scena internazionale, dai primi anni ’70 protagonista di un susseguirsi di collaborazioni non stop con le più prestigiose figure del teatro e della danza. Ricordiamo, tra gli altri, il geniale regista tedesco Peter Stein, di cui è partner artistico da venti anni, Alfredo Arias, Susan Sontag, Massimo Castri, Deborah Warner, Luigi Squarzina, Janush Kika, Giuseppe Patroni Griffi, Renè de Ceccatty, Attilio Corsini, Lindsay Kemp, Sosta Palmizi, Glauco Mauri, Giorgio Ferrara, Paolo Magelli, Walter Pagliaro, Luca Zingaretti, Massimo Chiesa e molti ancora. Lo scorso 8 maggio si è tenuta con grande successo ad Orvieto la prima di “Operafumetto” (ambizioso progetto artistico, vincitore del bando Cultura 2007-2013 della Comunità Europea, di cui Annecchino è ideatore e compositore), con uno spettacolare evento di musica e teatro per le strade del centro storico, coinvolgendo alcuni importanti esponenti del panorama teatrale e musicale internazionale, una banda, un’orchestra d’archi, un coro, 7 pianisti, 9 bassisti elettrici, una rock band, oltre 20 batteristi e percussionisti e, soprattutto, centinaia di attori improvvisati di ogni età …. Annecchino ha recentemente composto le musiche del nuovo film di Sergio Castellitto (La bellezza del somaro), in uscita il prossimo ottobre, mese in cui due importanti opere teatrali da lui musicate, I Demoni e il Faust Fantasia (dirette dal grande Peter Stein), saranno in cartellone a Roma (all’Auditorium e al Teatro Valle).

Locandina Pianofor3

Locandina Pianofor3

Sabato 29 ore 21,30 serata jazz
Rita Marcotulli piano solo
the light side of the moon

ll concerto prevede brani dal suo CD “The light side of the moon” e alcuni brani scritti ultimamente sia per il film di Rocco Papaleo “Basilicata coast to’ coast” e per “Nana” film muto del 1926 che uscirà i primi di luglio con L’espresso.
Nata a Roma nel 1959, Rita Marcotulli ha studiato pianoforte presso il Conservatorio di Santa Cecilia. Si interessa molto presto al jazz, e fra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli Ottanta comincia a suonare professionalmente con piccoli gruppi, facendosi notare dalla critica per il tocco delicato e la bellezza dello stile, moderno e leggibile.
In seguito diventa una delle pianiste italiane più richieste a livello internazionale. Collabora regolarmente -spesso anche per registrazioni discografiche- con artisti europei e americani, fra cui Chet Baker, Jon Christensen, Palle Danielsson, Pino Daniele, Peter Erskine, Steve Grossman, Joe Henderson, Helène La Barrière, Joe Lovano, Charlie Mariano, Marilyn Mazur, Pat Metheny, Sal Nistico, Michel Portal, Enrico Rava, Dewey Redman, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Norma Winstone. Nel 1987 viene votata come miglior nuovo talento nel referendum indetto dalla rivista “Musica Jazz”. Fra il 1988 e il 1989 fa parte stabilmente del gruppo di Billy Cobham, col quale partecipa a tournée in Europa e negli Stati Uniti. Nel 1988 si trasferisce in Svezia, dove ottiene eccellenti effermazioni in un ambiente di forti personalità musicali e di spiccata disposizione per la ricerca. Rientra in Italia nel 1992, e, fra il 1994 e il 1996, collabora con Pino Daniele in qualità di strumentista e arrangiatrice. Compone musica per la danza e il cinema, e collabora frequentemente con le coreografe Roberta Garrison, Maia Claire Garrison e Teri J. Weikel.
Attualmente è attiva in varie formazioni, fra cui un trio a proprio nome, con Palle Danielsson e Bob Moses, il gruppo Concerto Grosso, comprendente fra gli altri Ambrogio Sparagna, Carlo Rizzo e , il gruppo Nauplìa, co-diretto con , il quartetto di Michel Benita, un duo con Roberto Gatto, il quintetto di Palle Danielsson, un quartetto con Charlie Mariano, Palle Danielsson e Marilyn Mazur, il quartetto di Dewey Redman. Con queste formazioni, ha effettuato tournée in Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda, Polonia, Slovenia, Svezia e Svizzera, registrando anche diversi programmi radiofonici e televisivi. Nel 1996 si è esibita in duo con Pat Metheny al festival di , ed ha preso parte ad un trio pianistico con Paul Bley e John Taylor al Teatro Olimpico di Vicenza.

Domenica 30 ore 21,30 serata soul/blues
Mario Donatone piano solo, special guest Leno Landini
Le tappe della storia del pianismo afroamericano

Il suo piano solo ripercorre le varie tappe della storia del pianismo afroamericano da Jelly Roll Morton ai pianisti boogie-woogie,da Ray Charles a Dr. John ad Abdullah Ibrahim, sulla scia del feeling poetico e del potere comunicativo del ritmo. Insieme a lui in alcuni brani un poeta dell’armonica e padre indiscusso dell’armonica elettrica (oltre che suo vecchio amico), Leno Landini, che con il suo piccolo ma amatissimo strumento ha accompagnato, nel corso degli anni, artisti del calibro di Tony Esposito, Ron, Tiromancino, Marina Rei, composto colonne sonore per film, documentari e telefilm, e realizzato due album di virtuose ed elettriche sperimentazioni.
Mario Donatone, è un pianista, cantante e arrangiatore romano che da anni si esibisce come solista ed accompagnatore di gruppi e solisti neroamericani di blues e gospel in tourneè in Italia e in Europa. E’ considerato uno dei migliori rappresentanti del piano blues del circuito nazionale, ha partecipato a importanti festivals, rassegne, trasmissioni televisive e radiofoniche e ha inciso diversi cd tra cui sei come solista, ricevendo lusinghieri riconoscimenti di stima da parte di colleghi e stampa specializzata. Nella sua carriera quasi trentennale ha allargato i suoi interessi al jazz e al gospel, sviluppando un virtuoso equilibrio tra generi diversi.

Le serate prevedono, prima del concerto, una guida all’ascolto del musicologo Emiliano Li Castro.
Emiliano Li Castro è musicologo, produttore e conduttore di programmi radiofonici a RadioRAI: Stereonotte, Folkoncerto, Audiobox, Notturno Italiano, Un Certo Discorso, Orione, La Notte dei Misteri, Storyville, Radio3Suite, Fuochi, Il Terzo Anello Musica, File urbani etc.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti