Parte da Fiesta, sabato 17 luglio, il tour europeo “Zii e Zie 2010” di Caetano Veloso, uno dei più popolari e autorevoli cantautori sudamericani, icona della musica brasiliana nel mondo. Veloso, profondamente sudamericano ma viaggiatore del mondo, nella sua carriera ha toccato più volte l’Italia, lasciando sempre un segno profondo. La scelta del titolo dell’album del 2009 e del tour deriva dalla lettura in italiano di “Istanbul” di Orhan Pamuk e lo stesso Caetano, sul suo blog “Obra Em Progresso”, confessa di essere rimasto colpito dal suono delle parole “zii e zie”. “Zii e Zie” riflette il cammino di sperimentazione a cui l’artista bahiano ci ha sottoposti sin dall’inizio della sua carriera e unisce sapientemente indie-rock, melodie funky, e bossa nova. Sul palco di Fiesta, insieme al re del Tropicalismo, salirà la Banda Cê composta da: Pedro Sa (chitarra), Ricardo Diaz Gomes () e Marcello Callado (batteria).

Biografia
Nato nel 1942 a Santo Amaro da Purificação, Veloso si trasferisce a Salvador de Bahia nel 1960 dove conosce João Gilberto, inventore della Bossa Nova, e Glauber Rocha. All’inizio della sua carriera musicale Caetano sperimenta la bossa nova ma presto inizia l’esplorazione e addirittura la creazione di stili diversi, resi con un proprio senso estetico inconfondibile, noto come MPB (musica popolare brasiliana), spostando pian piano il suono del pop brasiliano verso l’attivismo politico con un’attenzione sociale, associata al movimento hippie degli anni 1960. Nel 1967 esplode il Tropicalismo, movimento critico, represso dal regime militare, che unisce tradizione e avanguardia, rurale e urbano, cultura “alta” e popolare. Le sue canzoni vengono frequentemente censurate e, in alcuni casi, proibite. Veloso e il suo collega Gilberto Gil trascorrono diversi mesi in prigione per “attività anti-governative” nel 1968 e si recano infine in esilio a Londra l’anno successivo. Nel 1972 Veloso torna definitivamente in Brasile. In questo periodo registra “Blue Araçá”, un disco segnato dallo sperimentalismo. È con successi come “Tigresa”o “Sampa”, dedicato alla città di São Paulo che Caetano diventa sempre più popolare. Nel corso degli anni ottanta, la popolarità di Veloso al di fuori del Brasile è sempre aumentata. Nel 1990 ha ricevuto il Premio Tenco. Nel 2002 Veloso ha pubblicato un libro, metà autobiografico, metà storia del Brasile dagli ultimi anni, contenente anche una storia del tropicalismo, “Verità tropicale. Musica e rivoluzione nel mio Brasile”. Nel 2004, era una delle più autorevoli e prolifiche pop star del mondo latino americano, con oltre cinquanta dischi all’attivo, tra cui brani utilizzate per le colonne sonore di film come “Habla con Ella” (Parla con lei) di Pedro Almodovar e “Frida” di Julie Taymor. Uno dei suoi più recenti CD è “A Foreign Sound” (2004), comprende una cover di “Come as You Are” dei Nirvana insieme ad altri brani famosi, tutti in lingua inglese. È stato anche un grande amico del regista Michelangelo Antonioni, per il quale ha scritto nel 2004 la colonna sonora del film “Eros”. Nel 2007 esce l’album dal vivo “Cê ao vivo”. Nel 2008 si è esibito all’Umbria Jazz insieme al compositore e pianista Stefano Bollani.

Discografia
1967 – Domingo (con Gal Costa)
1968 – Caetano Veloso
1968 – Tropicália: ou Panis et Circensis (con Gilberto Gil, Os Mutantes, Nara Leão, e Gal Costa)
1969 – Caetano Veloso
1971 – Caetano Veloso
1972 – Transa
1972 – Barra 69 ao vivo na Bahia (with Gilberto Gil)
1972 – Caetano e Chico – Juntos ao Vivo (with Chico Buarque)
1973 – Araçá Azul
1974 – Temporada de Verão – ao vivo na Bahia (with Gilberto Gil and Gal Costa)
1975 – Jóia Philips
1975 – Qualquer Coisa
1976 – Doces Bárbaros (with Gal Costa, Gilberto Gil and Maria Bethânia)
1977 – Bicho
1977 – Muitos Carnavais
1978 – Muito (dentro da estrela azulada)
1978 – Maria Bethânia e Caetano Veloso ao Vivo
1979 – Cinema Transcendental
1981 – Outras Palavras
1981 – Brasil (with João Gilberto, Gilberto Gil and Maria Bethânia)
1982 – Cores, Nomes
1983 – Uns
1984 – Velô
1986 – Totalmente Demais
1986 – Caetano Veloso
1987 – Caetano
1989 – Estrangeiro
1991 – Circuladô
1992 – Circuladô Vivo
1993 – Tropicália 2 (with Gilberto Gil)
1994 – Fina Estampa
1994 – Fina Estampa ao Vivo
1995 – O Quatrilho
1996 – Tieta do Agreste
1997 – Livro
1999 – Prenda Minha
1999 – Omaggio a Federico e Giulietta
1999 – Orfeu
2000 – Noites do Norte
2001 – Noites do Norte ao vivo
2002 – Eu não peço desculpa (with Jorge Mautner)
2004 – A Foreign Sound
2005 – Onqotô
2006 – Cê
2007 – Cê ao vivo

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti