Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Irvin Arditti

Irvin Arditti

Il 9 dicembre 2010 prende il via la nuova edizione di Artescienza intitolata “OperAttiva – Creazione e fruizione: dialoghi sui mutamenti in atto”. Cinque giornate intense che si svolgeranno a , presso l’Università La Sapienza e negli atelier del Tecnopolo Tiburtino, e vedranno grandi interpreti, creatori, artisti, studiosi, confrontarsi insieme ai presenti sul tema dei mutamenti nel rapporto che intercorre tra il creatore dell’opera e il pubblico.

La direzione artistica del CRM – Centro Ricerche Musicali per l’edizione Artescienza 2010 si avvale dell’esperienza maturata in anni di collaborazione con “La Sapienza” Università di Roma, Dipartimento di Scienze Sociali, Dipartimento di Sociologia e Comunicazione, Dipartimento di Informatica.

La manifestazione è realizzata con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo e di Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione.

Il programma prevede il 9 e 10 dicembre (ore 19.30 – Università La Sapienza) due talkconcert: suoneranno e parleranno con il pubblico due tra i maggiori interpreti della musica di oggi: il violinista Irvine Arditti e la violoncellista Frances Marie Uitti. Quattro gli autori scelti dall’inglese, fondatore del che da lui prende il nome: Cage, Sciarrino, Xenakis e Ferneyhough. L’affascinante artista di Chicago, attiva non solo come esecutrice ma anche come compositrice e sperimentatrice di nuovi tipi di violoncello, invece presenterà brani propri e di Kurtag, Scelsi, Cage e Harvey.

Negli stessi giorni, di pomeriggio (16.30-18.30), due incontri con alcuni dei maggiori sociologi e teorici dell’arte – ma anche artisti, musicologi ecc., serviranno a valutare il cambiamento del rapporto tra pubblico e opera d’arte.

Significativi i titoli: “Mutamenti in atto nella fruizione artistica” (9 dicembre ore 16.30), “Leparole chiave dell’arte contemporanea: Interattivo – Adattivo – Evolutivo” (10 Dicembre ore 16.30).

Dal 13 al 15 dicembre ci si sposta al Tecnopolo Tiburtino ove, oltre all’esposizione delle Opere d’arte adattive musicali e plastiche “In coro” e “” di Michelangelo Lupone e Licia Galizia,  si terranno incontri negli atelier degli artisti con architetti, informatici e storici dell’arte.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti