Tempo di lettura stimato: 26 minuti

Paolo Fresu (foto Adriano Mauri)

Paolo Fresu (foto Adriano Mauri)

Come al solito, con l’avvicinarsi dell’estate, il nostro Paese si trasforma, quasi per magia, in un sorta di “terra del jazz”… nel senso che in ogni parte si svolgono festival dedicati a questa musica. Ad onor del vero le cose vanno peggio rispetto agli anni scorsi per la ben nota carenza di fondi pubblici. Ciononostante le iniziative restano tante e molte di eccellente livello. Ecco un quadro delle rassegne più significative a cominciare da una iniziativa tanto originale quanto curiosa di Paolo Fresu.

FRESU: 50 CONCERTI PER 50 CANDELINE

Non è un vero e proprio festival ma ci somiglia tantissimo, se non altro per la vastità del programma. Stiamo parlando dei 50 anni di Paolo Fresu che il trombettista ha voluto festeggiare in modo assai originale. In realtà il compleanno è stato a febbraio ma Fresu ha voluto rimandare i festeggiamenti al primo scorcio dell’estate, scegliendo un modo davvero straordinario per celebrare il suo primo mezzo secolo di vita: cinquanta concerti da tenere in cinquanta giorni consecutivi, con cinquanta progetti differenti, in scena in cinquanta diverse località della Sardegna.

“!50”, questo il titolo del tour, partito il 12 giugno da Berchidda, il paese ai piedi del Limbara, fra Gallura e Logudoro, dove il trombettista è nato il 10 febbraio del 1961, e si concluderà il 31 luglio, a Cagliari. Un concerto per ogni candelina, dunque. Paolo Fresu presenta un organico diverso in ciascuna delle cinquanta serate del tour. Ad affiancarlo, di volta in volta, ci saranno molti degli artisti, jazzisti ma non solo, con i quali ha condiviso i suoi primi trenta (quasi, ormai), intensissimi anni di attività. Tutti i concerti sono per scelta gratuiti e aperti a tutti:

Ed ecco il calendario dei prossimi concerti:

16 giugno, Pula (CA): Area archeologica di Nora, ore 21:30
Scores!” Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti, computer  Alborada String quartet
17 giugno, Sedilo (OR): Piazza San Giovanni, ore 21:30
Le irregolari” dall’omonimo romanzo di Massimo Carlotto
con: Gabriele Marchesini: voce recitante; Paolo Fresu: tromba, flicorno, effetti; Javier Girotto: sassofoni; fotografie di Anna Marceddu; regia di Stefano Tassinari
18 giugno, Belvì (NU): Stazione ferroviaria, ore 21:30
Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Daniele di Bonaventura – fisarmonica
19 giugno, Lei (NU): piazza Sa Rocca, ore 21:30
Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Stefano Bollani – pianoforte
20 giugno, Bolotana (NU): Chiesa di San Bachisio, ore 21:30
Mare Nostrum Paolo Fresu: tromba, flicorno, effetti; Richard Galliano: fisarmonica; Jan Lundgren: pianoforte
21 giugno, Castelsardo (SS): Parco del Castello, ore 19:30
Brotherhood Paolo Fresu: tromba, flicorno, effetti; Jan Lundgren: pianoforte; Lars Danielsson: ; Clarence Penn: batteria
22 giugno, Nureci (OR): Arena Mamma Blues, ore 21:30
Kind of Porgy and Bess” Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Dhafer Youssef – oud, voce; Nguyen Le – chitarre; Antonello Salis – pianoforte, fisarmonica; Paolino Dalla Porta – contrabbasso; Stefano Bagnoli – batteria
23 giugno, Sarroch (CA): Villa Siotto, ore 21:30
P.A.F. Trio Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Antonello Salis – piano e fisarmonica; Furio Di Castri – contrabbasso
24 giugno, Paulilatino (OR): Area archeologica Santa Cristina, ore 21:30
Angel Quartet Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Nguyên Lê – chitarra; Furio di Castri – contrabbasso; Roberto Gatto – batteria
25 giugno, Allai (OR): La casa sull’albero, ore 21:30
Homescape” Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Dhafer Youssef – oud, voce; Nguyen Le – chitarre, elettronica
26 giugno, Sorso (SS): Villaggio medievale Geridu, ore 21:30
Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Uri Caine – pianoforte
27 giugno, Nurachi (OR): Oliveto comunale, ore 21:30
Paolo Fresu & Uri Caine con Alborada String Quartet: “Think.”
28 giugno, Carloforte (CI): Giardino di Note, ore 19:30
Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Arild Andersen – contrabbasso, toys, effetti
29 giugno, Perfugas (SS): Santa Maria ‘e fora, ore 21:30
Paolo Fresu & Cada Die Teatro “ Laribiancos” monologo teatrale dal romanzo “Quelli dalle labbra bianche” di Francesco Masala con Pierpaolo Piludu musiche in scena di Paolo Fresu (tromba, flicorno, effetti) regia di Giancarlo Biffi
30 giugno, Gavoi (NU): Chiesa di San Gavino, ore 21:30
Paolo Fresu, Daniele di Bonaventura e coro A Filetta “ Mistico Mediterraneo”
1 luglio, Cuglieri (OR): ex Seminario, ore 21:30

Ornella Vanoni & Devil Quartet: Ornella Vanoni – voce; Fabio Valdemarin – pianoforte
Devil Quartet: Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Paolino Dalla Porta – contrabbasso; Bebo Ferra – chitarra elettrica; Stefano Bagnoli – batteria
2 luglio, Bosa (OR): Torre aragonese (Bosa Marina), ore 21:30

Italian Trumpet Summit Paolo Fresu – tromba, flicorno; Franco Ambrosetti – tromba; Fabrizio Bosso – tromba; Flavio Boltro – tromba; Marco Tamburini – tromba; Paolo Birro – piano; Paolino Dalla Porta – contrabbasso; Stefano Bagnoli – batteria
3 luglio, San Sperate (CA): Parco di Pixinortu, ore 21:30

Il rito e la memoria” – Paolo Fresu, Coro di Castelsardo, Cuncordu e Tenore de Orosei, Su Cuncordu e su Rosariu di Santu Lussurgiu, Alborada String Quartet, Diederik Wissels – piano

4 luglio, Oliena (NU): Monte Maccione, ore 21:30

David Linx – voce; Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Diederik Wissels – piano
5 luglio, Orani (NU): Museo Nivola, ore 19:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Dhafer Youssef – oud, voce; Eivind Aarset – chitarra
6 luglio, Carbonia (CI): Miniera di Serbariu, ore 21:30

Paolo Fresu e Orchestra Jazz della Sardegna “Porgy and Bess”
7 luglio, Ulassai (OG): “Stazione dell’Arte” di Maria Lai, ore 21:30

Erik Marchand – voce; Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Jacques Pellen – chitarra
8 luglio, Settimo San Pietro (CA): Ex cava, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Omar Sosa – piano, Fender Rhodes, effetti
9 luglio, Oristano (OR): Torregrande, ore 19:30

Sheila Jordan – voce; Paolo Fresu – tromba, flicorno; Roberto Cipelli – piano;
Attilio Zanchi – contrabbasso; Gianni Cazzola – batteria
10 luglio, Barumini (VS): Area archeologica Su Nuraxi, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno; Ralph Towner – chitarra
11 luglio, Posada (NU): Torre San Giovanni, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Ludovico Einaudi – piano
12 luglio, Uta (CA): Chiesa di Santa Maria, ore 21:30

con la partecipazione di Flavio Soriga Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Lella Costa – letture

13 luglio, Fluminimaggiore (CI): Tempio di Antas, ore 21:30

TEA 44: Paolo Fresu – tromba, flicorno; Dave Douglas – tromba; Enrico Rava – tromba; Avishai Cohen – tromba; Uri Caine – piano; James Genus – contrabbasso; Clarence Penn – batteria

14 luglio, Mandas (CA): ex Convento, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Don Pasta – suoni & cucina; Raffaele Casarano sax, elettronica; Marco Bardoscia – basso, effetti

15 luglio, Arbus (VS): Pozzo Gal, Ingurtosu, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Bojan Z – piano, Fender Rhodes
16 luglio, Stintino (SS): Piazza Berlinguer, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti, computer; Stefano Benni – voce
17 luglio, Terralba (OR): Marceddì, ore 19:30

Devil Quartet: Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Bebo Ferra – chitarra elettrica; Paolino Dalla Porta – contrabbasso; Stefano Bagnoli – batteria

18 luglio, Neoneli (OR): Chiesetta S’Anghelu, ore 21:30

Palatino Paolo Fresu – tromba, flicorno; Glenn Ferris – trombone; Michel Benita – basso; Aldo Romano – batteria

19 luglio, Mogorella (OR): Torre NX 80887 Parco Eolico, ore 19:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti, computer; Gianluca Petrella – trombone, effetti
20 luglio, Trinità d’Agultu (OT): Piazza IV Novembre, ore 21:30
Brass Bang!
Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Steven Bernstein – tromba, slide trumpet, effetti; Gianluca Petrella – trombone, effetti; Oren Marshall – tuba
21 luglio, Sassari (SS): Argentiera, ore 19:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Paolo Rossi – voce

22 luglio, Muravera (CA): Torre dei Dieci Cavalli, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Danilo Rea – pianoforte

23 luglio, Tresnuraghes (OR): Ex Cartiera sabauda, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Furio Di Castri – contrabbasso
24 luglio, Meana Sardo (NU): Nuraghe Nolza, ore 19:30

Sonos ‘e memoria” Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Elena Ledda – voce; Luigi Lai – launeddas; Mauro Palmas – mandola; Antonello Salis – fisarmonica; Carlo Cabiddu – violoncello; Furio Di Castri – contrabbasso; Federico Sanesi – percussioni; Su Cuncordu ‘e su Rosariu di Santu Lussurgiu: Mario Corona (contra), Giovanni Ardu (bassu), Antonio Migheli (‘oghe), Roberto Iriu (contraltu)
Gianfranco Cabiddu – regia

25 luglio, Guspini (VS): Galleria Anglosarda, Montevecchio, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti, Daniele Di Bonaventura – bandonéon
con l’Orchestra da Camera della Sardegna direttore Simone Pittau

26 luglio, Ollolai (NU) ore 19:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Paola Turci – voce
27 luglio, Santa Teresa Gallura (OT): Cala Grande (la Valle della Luna), ore 19:30
Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Giorgio Rossi – danza

28 luglio, Sant’Antioco (CI): Arena Fenicio-punica, ore 21:30

Paolo Fresu, Antonello Salis e Kocani Orkestar: Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Antonello Salis – pianoforte Kocani Orkestar: Ismael Saliev – sassofono; Mendu Saliev – tuba baritono; Turan Gaberov – tromba; Sukri Kadriev – tromba; Esat Saliev – tuba baritono; Saban Jasarov – tapan (percussione); Ismail Jasarov – basso tuba; Redzai Durmisev – tuba baritono; Deladin Demirov – clarinetto; Ajlur Azizov – voce; Zlate Nikolov – fisarmonica

29 luglio, Mogoro (OR): Piazza del Carmine, ore 21:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti, Ascanio Celestini – voce
30 luglio, Siddi (VS): Tomba dei Giganti Sa Domu e s’Orcu, ore 19:30

Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti; Gavino Murgia – fiati, voci; Bebo Ferra – chitarre
31 luglio, Cagliari (CA), ore 21:30

Paolo Fresu: “A solo!”: Paolo Fresu – tromba, flicorno, effetti, computer

 

XXI UDIN&JAZZ

Come al solito assai articolato il Festival “Udin&Jazz” che, giunto alla ventunesima edizione, si apre il 16 giugno a S. Giorgio di Nogaro con “Metamorphosis Project”, proposto dal quartetto del chitarrista triestino Andrea Massaria impreziosito da uno dei massimi esponenti della musica improvvisata, Mat Maneri alla viola; chiusura al Castello di Udine, il 27 giugno, con il già annunciato concerto di Raphael Gualazzi. Tra queste due date una serie di concerti tesi ad esplorare il “jazz” nelle sue più diverse forme comunicative, così come esemplificato dal sottotitolo del Festival “Jazz&Jazz”.

Venerdì 17 e sabato 18 giugno il festival si sposta “oltreconfine” e approda a Šmartno, un delizioso paesino della Slovenia per una due-giorni di laboratorio di jazz d’avanguardia con giovani musicisti sloveni e italiani, corredata da alcuni concerti serali. L’evento vanta la direzione artistica di Zlatko Kaučič, il più importante tra i musicisti jazz sloveni. Tra gli ospiti serali della Šmart Kreativni Fest (questo il nome dell’appuntamento) diversi artisti italiani e sloveni: tra essi i Diavoli Rossi di Claudio Cojaniz, un’esplosiva commistione “ad alta gradazione” di 15 scatenati musicisti provenienti da jazz, rap, musica popolare, blues, rock e musica classica.

Domenica 19 giugno alle ore 19, al Parco del Cormor, Gianluca Mosole, tra i migliori chitarristi fusion contemporanei; il festival si trasferisce poi al Comune di Fagagna, per la prima volta partner di Udin&Jazz: nel Cortile del Municipio, alle 21, è attesa la Luca Colombo Band.

Lunedì 20 giugno, a Cervignano del Friuli, in piazza Indipendenza alle ore 21: “Supuesto Blue” il progetto di Marcello Benetti cob special guest Jeff Albert al trombone.

Mercoledì 22 giugno il festival approda a Udine dove, alle 18, nella Corte di Palazzo Morpurgo va in scena “Amatissima”, una rivisitazione dell’omonimo testo dell’afroamericana Toni Morrison. Alle ore 20 al Teatro San Giorgio l’eccellente pianista armeno Tigran Hamasyan. Alle 22.30 una coppia di solisti italiani di prim’ordine: la voce di Petra Magoni con il contrabbasso di Ferruccio Spinetti.

Giovedì 23 giugno si torna nella Corte di Palazzo Morpurgo, alle 18, con il nuovo progetto Acoustik’è: la vocalist Lorena Favot, con il chitarrista Gaetano Valli; alle 20 al Teatro San Giorgio, “Cantare il pane”: Giancarlo Schiaffini e il suo quartetto “rileggono” l’assoluto capolavoro letterario di Pedrag Matvejević, “Pane nostro con Peppe Servillo voce recitante. alle 22.30 uno dei progetti più acclamati (Disco dell’Anno 2010 nella classifica di Musica Jazz) del Francesco Bearzatti Tinissima Quartet: “Suite for Malcom X”.

Alle 18 di venerdì 24 giugno, a Corte Palazzo Morpurgo è ospite il vocalist Albert Hera mentre al Teatro San Giorgio alle 20, torna la N.I.O.N (Not In Our Name) Orchestra guidata dal poliedrico Claudio Cojaniz con il violinista rumeno Alexander Balanescu in veste di ospite d’onore. Alle 22,30 il bassista Kyle Eastwood.

Sabato 25 giugno alle 18 a Corte Palazzo Morpurgo il Riccardo Morpurgo Trio; nel piazzale del Castello di Udine, alle ore 21, la Big Band “Città di Udine; a partire dalle 23, tre veri “miti” della storia della musica del secolo appena trascorso: riuniti nel nuovo progetto in trio, Black Stone Raiders, a Udine in esclusiva nazionale arrivano il chitarrista Jean Paul Borrelly, il bassista Darryl Jones e il batterista Will Calhoun.

Domenica 26 giugno Vinicio Capossela e il giorno dopo, come si diceva, chiusura con Raphael Gualazzi, entrambi con inizio alle 21.30, nel piazzale del Castello di Udine.

 

IL MONDO IN SCENA A VILLA ADRIANA

La quinta edizione di festiVAl – Festival Internazionale di Villa Adriana – Lazio, promosso dalla Regione Lazio – Assessorato Cultura, Arte e Sport e prodotto dalla Fondazione Musica per Roma in collaborazione con MIBAC – Direzione Regionale Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio e il Comune di Tivoli si inaugura giovedì 16 giugno con “Le Cirque Invisible”, uno spettacolo straordinario frutto della prodigiosa abilità di due grandi artisti, Jean-Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin, assenti da Roma da molti anni. Sono loro gli acrobati, i fantasisti, gli illusionisti, i funamboli, i prestigiatori, i clown e i musicisti di questo circo poetico dove tutto si svolge in un fluire, in apparenza privo di ogni fatica, naturale e spontaneo; un circo venato di surreale, creato da due personaggi unici – lui già attore di Peter Brook e Federico Fellini, lei sesta figlia dell’indimenticabile Charlie Chaplin – che nell’epoca virtuale e degli effetti speciali riescono ad incantare con la loro arte fatta di pochi oggetti e tanta poesia. Repliche fino al 19 giugno. Il grande palcoscenico all’aperto che accoglierà tutti gli spettacoli di festiVAl sarà allestito come sempre nell’area delle Grandi Terme di Villa Adriana, uno dei più importanti siti archeologici a cielo aperto del mondo, riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Anche quest’anno il programma offrirà una panoramica sulle novità più interessanti della scena internazionale. Cina, Russia, Stati Uniti, Israele, Belgio, Francia, Italia, Romania e Lituania sono i paesi a cui appartengono i protagonisti di questo giro del mondo attraverso le suggestioni e i talenti delle diverse espressioni artistiche: oltre al circo di Victoria Chaplin e Jean-Baptiste Thierrée, il teatro di Eimuntas Nekrosius con Evgenij Mironov e quello di Pippo Delbono insieme ad Alexander Balanescu; la danza dei Ballets C. de la B. e di Barak Marshall; la musica del pianista Zhang Haochen, del cantautore Vinicio Capossela e della cantante jazz Cassandra Wilson.

MUSICA

Grande spazio anche quest’anno alla musica, sia essa classica o contemporanea: il 21 giugno tocca all’ironia istrionica di “Marinai, Profeti e Balene” di Vinicio Capossela: un artista a tutto tondo, un cantastorie che racconta la musica e la vita  alla sua maniera, un visionario pronto a  trascinare chi lo ascolta in una sarabanda magnifica e stupefacente, dove nulla è previsto e niente è prevedibile.

Il 9 luglio è in scena, per la prima volta in Italia, il talento stupefacente del giovane pianista Zhang Haochen, con cui si chiudono le iniziative della Fondazione Musica per Roma legate all’Anno Culturale della Cina in Italia. Oggi ventunenne, Zhang ha debuttato all’età di soli 5 anni al Shangai Concert Hall eseguendo le Invenzioni in due parti di Bach ed alcune sonate di Haydn e Mozart.

Il 16 luglio è infine la volta di Cassandra Wilson, una delle più grandi cantanti jazz viventi. Brillante, dotata di tecnica impeccabile ma anche di pathos travolgente, Cassandra Wilson riesce a re-inventare con grande libertà brani di Bob Dylan, così come il blues dei vecchi maestri della sua terra natale sul delta del Mississippi, divertendosi anche a giocare con il rap e le ballate soul anni ’70.

 

LA CORTE E’ IN FESTA CON IL JAZZ

Prende il via venerdì 24 Giugno 2011 la seconda edizione de “La Corte in Festa. Mondi Musicali nel Lodigiano”, iniziativa promossa e realizzata dalla Provincia di Lodi. La rassegna animerà il primo fine settimana d’estate, dal 24 al 26 Giugno 2011, presentando 12 concerti, il doppio degli appuntamenti rispetto alla prima edizione, arricchendosi anche di ospiti internazionali.  Tutti i concerti si svolgeranno nelle suggestive cornici della Corte di San Domenico e della Corte di San Cristoforo, all’interno degli Ex Conventi di San Cristoforo e di San Domenico, oggi sede della Provincia di Lodi, Via Fanfulla 12/14, Lodi. Come per  la prima edizione, anche quest’anno tutti i concerti saranno ad ingresso libero.

VENERDI’ 24 giugno

Matinée Musicali H. 12:00 Simone Pionieri (pianoforte) “Liszt 1811 – 2011”

CONCERTI SERALI: H. 21:00  Peo ALFONSI & Ares TAVOLAZZI “ITACA”
H. 22:30  Cimbali BAND in Concerto

NOTTURNI – Piano hour – H. 23:30 Stefano BATTAGLIA “RE:PASOLINI”

SABATO 25 giugno

Matinée Musicali H. 12:00 Laura Faoro (flauto) “Il flauto contemporaneo” musiche di: Piazzolla, Berio, Sciarrino e altri.

CONCERTI SERALI H. 21:00  A Fil de Ciel ” VERTIGO” H. 22:30  Morrigan’s Wake in Concerto

NOTTURNI – Piano hour H. 23:30 Orazio Sciortino “plays Mikalojus K. Čiurlionis”

DOMENICA 26 giugno

Matinée Musicali H. 12:00  Trio Farrenc  (flauto, violoncello e pianoforte), “Salotto Musicale” musiche di: C.M.von Weber, I.Pleyel, L.Farrenc,

CONCERTI SERALI H. 21:00  ONE MORE LANGUAGE “Desapartactions” ospite Carlo RIZZO ; H. 22:30 BIRKIN TREE in Concerto

NOTTURNI – Piano hour H. 23:30 Fabrizio OTTAVIUCCI: “Raga Bartok” improvvisazioni intuitive su musiche di B. Bartok

 

Halie Loren

Halie Loren

JAZZ A PALERMO

Il Seacily Jazz Festival, in partenza il 25 giugno,  è ormai diventato un appuntamento irrinunciabile per quanti si attendono dalla musica percorsi non convenzionali. Rara avis nel panorama del jazz, è un festival inteso come laboratorio di idee e osmosi creativa, volto a privilegiare le tendenze più stimolanti e rinfrescanti delle nuove leve jazzistiche. Per la gioia di un pubblico colto ed esigente, si è evitata la consueta parata di stelle statunitensi per puntare tutto su una progettualità che intende dare spazio sia alla più canonica tradizione jazzistica che ai suoni più avvolgenti della globalizzazione in atto nel terzo millennio. Il Seacily Jazz Festival è organizzato dalla Fondazione The Brass Group con il sostegno dell’assessorato Turismo sport e spettacolo della Regione Siciliana, attraverso fondi Po Fesr linea d’intervento 3.3.1.1, e grazie all’intensa e ventennale collaborazione con l’Amministrazione del Comune di Palermo per la concessione dello Spasimo. A partire dal 25 giugno, quattro mesi fitti di concerti e sessantaquattro gruppi per un cartellone impreziosito da commissioni originali e prime europee. Quattro, infatti, le sezioni: ciclo orchestrale OJS, ciclo Guest, ciclo Resident, ciclo Scuola del Brass.

Si comincia tuttavia questo fine settimana con un anteprima: giovedì 16 giugno Dustin O’Halloran, venerdì 17 Bob Town Quintet, sabato 18 Brass Music School e domenica 19 l’Orchestra Jazz Siciliana.

Jazz a go-go per tutti i palati nei Giardini sopra le Mura dello Spasimo di Palermo, dove si potrà scegliere di volta in volta davvero di tutto: la grande star (Diane Schuur 6 agosto) di oggi e del futuro (Halie Loren 23 luglio), (Joanna Pascale 9 luglio), la vocalist siciliana affermata (Flora Faja 17 settembre), (Lucia Garsia) e quella emergente (Carmen Orofino).

In programma due tra le migliori big-band jazz in Italia  – OJS e Civica Jazz di Enrico Intra (19 luglio) – e le proposte aperte alla commistione del jazz con il soul (Nicole Henry), funky (Kiku Collins), pop (Tony Hadley).

Al di là dei nomi di ampia visibilità, la carta vincente di questo festival risiede nella valorizzazione di talentuosi musician’s musicians quali George Cables (8 luglio), Rodney Bradley (10 luglio) e Darren Barrett (5 luglio): artisti amati da colleghi e addetti ai lavori ma poco conosciuti dalle platee più vaste.

Imperdibili il set del duo Maugeri/ Pozza (5 luglio) che presenteranno il nuovo disco per la Kelidon Record e il settetto di Gianni Cavallaro (30 giugno) con un percorso all’insegna della verve ritmica e della maestria tecnica del leader, pioniere del jazz moderno siciliano e straordinario protagonista di quello attuale.

Particolarmente attesi i dieci concerti dell’OJS, per confermare la duttilità di un ensemble in grado come pochi altri al mondo di spaziare tra vari universi sonori. L’Orchestra Jazz Siciliana è una macchina di suoni compatta e poderosa, diretta negli anni da Gil Evans, Mel Lewis, Gunther Schuller, Pete Rugolo, Bill Russo, Francis Boland e Giorgio Gaslini, solo per citare una minima parte dei grandi musicisti che l’hanno fronteggiata.

Lo swing sarà il punto di partenza per soluzioni estemporanee di grande freschezza improvvisativa, coinvolgenti e ludiche aperte al soul, pop, blues e perfino a echi classici. Tratti in cui è chiaramente riconoscibile l’eredità dei direttori d’orchestra sopra citati, che hanno elevato a regola l’indeterminatezza delle varie forme del jazz.

Nell’insieme un cartellone per raffinati intenditori ma anche per turisti occasionali della musica, che ha anche il merito di avvicinare al jazz i giovani musicisti locali, attraverso specifici workshop di perfezionamento.

 

Bari in Jazz

ALLA SETTIMA EDIZIONE IL BARI IN JAZZ FESTIVAL

Dedicato al ventennale della scomparsa di Miles Davis, una tra le figure di maggior rilievo del jazz moderno, la nuova edizione del festival, in programma dal 28 giugno al 2 luglio, offre più di 15 appuntamenti e coinvolge location di valore come chiese, piazze, il teatro Piccinni e il castello. La musica in cartellone si offre al pubblico con tutto il suo appeal, nelle sue più varie sfaccettature, alternando musicisti italiani e stelle internazionali, incentrando soprattutto gli sforzi sulle produzioni originali e sulle anteprime.

Il direttore artistico Roberto Ottaviano ha infatti molto desiderato realizzare i seguenti appuntamenti: il sestetto Mauro Gargano Reunion con la partecipazione speciale del pianista Bojan Z che renderà un omaggio al Davis innamorato del pugilato; l’Apulian Orchestra (con lo stesso Ottaviano, Gaetano Partipilo, Mirko Signorile, Pippo D’Ambrosio, Fabio Accardi e molti altri) che si confronta con la tromba del vietnamita Cuong Vu. Tra gli artisti internazionali sono molto attesi il Tomasz Stanko Nordic Quintet, il trio composto da Michael Blake ai sassofoni, Ben Allison al contrabbasso e Hamid Drake alla batteria e, infine il James Taylor Quartet. Tra i nazionali: Gianni Lenoci, Raffaele Casarano e, in particolare, Gianluca Petrella con la Cosmic Band. L’ensemble guidato da Gianluca Petrella e ispirato alla corsa artistica di Sun Ra, presenta in anteprima “Coming Tomorrow Part II”, atteso nuovo atto del percorso di una delle più focose realtà musicali jazz di oggi. L’appuntamento è in cartellone il 2 luglio, il concerto si svolgerà nella splendida location di piazza Ferrarese, in conclusione della rassegna barese.

Intense le attività collaterali, che vanno dalle collaborazioni con partner olandesi e polacchi (che presenteranno esibizioni studiate ad hoc alcune anteprime e assaggi dei loro festival) a proiezioni del documentario “Puglia in Jazz. Da Paolo Fresu a Malcolm X”.

 

A LIRI IL MEGLIO DEL BLUES

Liri Blues è sicuramente uno dei più importanti festival di blues in Italia,forse il più autentico ed identitario. Da mercoledì 29 giugno fino a domenica 3 luglio, Isola del Liri in provincia di Frosinone, gemellata con New Orleans, diventa l’isola del blues con la presenza dei più grandi nomi del blues internazionale.

Cinque serate di grande musica  tutte ad ingresso gratuito. Il programma 2011,presenterà: Eric Bibb, Jonas Blues Band, Black Friday, Albert Lee & Hogan’S Herpes, Sonny Ladreth, Bettye Lavette, Colosseum.

Liri Blues aprirà mercoledi 29 giugno con il concerto di Eric Bibb quartet. Eric Bibb fa parte della nuova generazione di bluesman che calcano i palchi di tutto il mondo contribuendo a unire innovazione e tradizione, vecchio e nuovo, dando linfa vitale a un genere che spesso si tende ad associare a pochi grandi musicisti, ma che invece è in continuo fermento,ha una storia simile ad altri leggendari musicisti e fra le parentele di famiglia,  c’è il celeberrimo zio pianista e compositore John Aaron Lewis membro del Modern Jazz Quartet, che al mondo del jazz hanno dato un contributo altissimo evolvendo a livelli straordinari la musica afro-americana..

Aprirà la serata la Jonas Blues Band.

Giovedì 30 giugno,Black Friday e a segiure Albert Lee & Hogan’S Herpes. Scaturito dall’incontro tra Adriano Viterbini (chitarrista e cantante dei Bud Spencer Blues Explosion) e da Luca Sapio (cantante degli Accelerators e dei Quintorigo), il progetto Black Friday riprende e rinnova l’impatto emotivo del blues più puro e autentico coniugandolo con personalità e con l’attitudine e l’energia dei nostri giorni, i Black Friday suonano blues per tempi difficili, in maniera tanto spericolata quanto rigorosa. Albert Lee & Hogan’S Heroes. Naturalizzato americano ma inglese di nascita, la carriera di questo bravissimo chitarrista inizia nei tardi sessanta con gli “Head, Hands & Feet.

Venerdi 1 luglio ,Sonny Ladreth.Sonny Landreth nasce il 1 febbraio 1951 a Canton, Massachussetts; si trasferisce giovanissimo con la famiglia a Lafayette, in Louisiana. Dopo avere imparato a suonare la tromba, decide di dedicarsi alla chitarra. I suoi maestri ispiratori sono Scotty Moore (il chitarrista di Elvis Presley), Chet Atkins e i Ventures.

Sabato 2  luglio è la volta di Bettye Lavette, una delle migliori vocalist di blues e soul viventi, per molti esperti la migliore in assoluto ora che altre regine della black music hanno smesso o intrapreso sentieri diversi dal classico Sixties Soul.

Grande chiusura domenica 3 luglio con i Colosseum. I grandi Colosseum tornano a calcare la scena italiana in formazione originale, con la tecnica strumentale e la voce possente di Chris Farlowe. Purtroppo la band oggi non comprende più Dick Heckstall Smith scomparso lo scorso Natale, il Liri Blues ha avuto il piacere e l’onore di averlo ospite anni fa, ma va detto che Barbara Thompson, compagna nella vita di Jon Hiseman e attuale sassofonista della band, si può definire una sostituta più che degna.

 

ROMA INCONTRA IL MONDO

Nella splendida cornice del Laghetto di Villa Ada, a Roma, è in corso l’annuale rassegna dedicata alle musiche del mondo. Per quanto concerne il mese di luglio, segnaliamo qui di seguito gli appuntamenti che possono interessare anche il pubblico del jazz:

Cristina Donà il 4 luglio; Ana Carolina e Chiara Civello il 10; Joao Bosco Quartet il 18; Goran Bregovic il 21 e infine Cesaria Evoria il 24 luglio.

 

FESTIVAL DELLE COLLINE

Rock, jazz, classica pop, folk: non c’è un solo genere musicale che non abbia dedicato grandi  ed importanti pagine della propria storia al tema
dell’infanzia, della fiaba, dell’innocenza dell’essere bambini. Il mondo
della musica e quello della fiaba appartengono ad un regno in cui il potere
assoluto è detenuto da magiche virtù come  il gioco, l’intuizione,  la fantasia e la creatività.  Il tenero mondo dell’infanzia e l’atmosfera fantastica sono temi fortemente  presenti  in opere di molti compositori del Novecento fra  i quali Ravel, Puolenc, Stravinskij ed ovviamente a Prokofiev.
Il Festival delle Colline 2011 (24 giugno – 28 luglio) lavora  quest’anno su un tema particolare ovvero i temi tipici dell’ infanzia  nella musica degli adulti, o, per meglio
dire tutti gli ingredienti che servono  a trasmettere  agli adulti le
sensazioni e gli stimoli che i bambini, a differenza dei grandi, colgono
naturalmente e direttamente dalla musica. Non necessariamente solo musica per bambini, ma anche e soprattutto musica che nasce dal mondo fantastico dell’infanzia con tutte le magie che lo caratterizzano.

Tra gli appuntamenti di luglio di interesse jazzistico segnaliamo:

Venerdì 1 luglio, ore 21.30 Chiesa di Bonistallo, Poggio a Caiano
OMAR MOCTAR AKA BAMBINO La voce dei giovani e dei bambini Tuareg. Un griot, un cantastorie africano, un rocker, un cantante folk, un bluesman. Difficile da definire. Una cosa è certa: quando Bambino vibra le corde della sua chitarra nell¹aria aleggia un’atmosfera magica, come intorno ad un fuoco nelle notti del Sahara. La sua
storia è quella di molti ribelli del deserto perennemente in fuga dalle
repressioni dei governi locali. Niger, Libia, Algeria e Mali, dove Omar
suona e si appassiona alla musica di maestri illustri: Ali Farka Tourè, John
Lee Hooker, Mark Knopfler e Jimi Hendrix. Il risultato è “Agadez”, album
strepitoso che nel 2010 ne consacra il talento a livello mondiale, ma anche
la città del Niger dove tutto è cominciato.

Mercoledì 6 luglio, ore 21.30 Villa Medicea, Poggio a Caiano
Orchestra Regionale Toscana e Bobo Rondelli – Pierino e il Lupo
Si rinnova con l¹opera di Prokofiev  la collaborazione tra Orchestra della
Toscana e Festival delle Colline. Dopo Benigni, Paolo Poli, David Bowie e il
Sindaco di Firenze Renzi, il ruolo del narratore è affidato stavolta al
cantautore Bobo Rondelli: musicista, poeta, istrione e cantore di quella
“livornesità” che Virzì ha magnificamente tradotto in versione cinematografica.
Venerdì 8 luglio, ore 21.0 Chiesa di Bonistallo, Poggio a Caiano
Mirko Guerrini e  Massimo Ottoni L’Ombra di Pinocchio Da vedere e da ascoltare. Il sax di Mirko Guerrini, uno dei migliori jazzisti italiani, incontra l’estro di Massimo Ottoni, ombrista, light-artist e sand artist, con le sue mirabolanti composizioni live.
Giovedì  14 luglio, ore 21.30 Rocca , Carmignano
Tigran Hamasyan. Pianista armeno di stanza a New York, vincitore della Thelonious Monk Competition 2006, Tigran Hamasyan sfodera un incredibile album per piano
solo, in cui attinge a piene mani dalle sue origini caucasiche. La tecnica è
debordante (si pensi a un McCoy Tyner tra Europa ed Asia), le melodie
struggenti, spesso ispirate a poesie e racconti. “A Fable” propone
composizioni che Tigran ha scritto e arrangiato negli ultimi anni
Martedì 26 luglio, ore 21.30 Strade del paese, Montemurlo
Magicaboola Brass Band Montemurlo come New Orleans. Solo per una sera, quando le sue strade saranno invase dai suoni e dall’allegria di questa nutrita formazione, che vede insieme musicisti provenienti da esperienze diverse, dal jazz alla classica.

 

PIAZZA  ARMERINA

Piazza Jazz 2011 è una manifestazione che si terrà a Piazza Armerina dal 28 al 31 luglio 2011, per volontà dell’Amministrazione Comunale in partnership con l’Associazione Culturale Non Solo Jazz. La Direzione Artistica è affidata all’esperienza e alla competenza del noto musicista siciliano Giovanni Mazzarino! . L’evento prevede una “Summer School”, seminari tenuti da docenti di fama nazionale ed internazionale presso una sede prestigiosa come il Convento di S.Anna e una rassegna concertistica; cinque i concerti al giorno che si effettueranno presso l’Atrio della Biblioteca Comunale, il Teatro Garibaldi, Atrio del Palazzo del Comune e il Jazz Club “Amici Miei” ultimo appuntamento della giornata. Una FULL IMMERSION di Cultura: istruzione musicale, concerti, la splendida cornice del Centro Storico, il meraviglioso ed unico patrimonio artistico di Piazza Armerina. Questo il calendario degli eventi.

Giovedì 28 luglio

JAZZ BRUNCH

Rita Occhipinti Band – a cura del C.E.S.M.

 

JAZZ NIGHT – 1° set

Atrio Biblioteca Comunale, ore 21.00

Enrico Zanisi Trio Vincitore del premio Vittoria Rotary Jazz Award 2010

Enrico Zanisi: pianoforte

Riccardo Fioravanti: contrabbasso

Emanuele Primavera: batteria

 

JAZZ NIGHT – 2° set

Atrio Biblioteca Comunale, ore 22.00

Stefano Bollani piano solo

 

ALL THAT JAZZ

Jazz Club “Amici Miei”, ore 23.45

Stefania Patanè & Giuseppe Mirabella Quartet

Stefania Patanè: voce

Angelo Cultreri: organo hammond

Giuseppe Mirabella: chitarra

Fabrizio Giambanco: batteria

 

Venerdì 29 luglio
JAZZ BRUNCH

Ristorante Amici Miei, ore 13.15

Claudio Giambruno Trio

 

JAZZ NIGHT 1° set

Atrio Biblioteca Comunale, ore 21.00

Giovanni Guidi (pno) & Gianluca Petrella (tb)

JAZZ NIGHT 2° set

Atrio Biblioteca Comunale, ore 22.00

Cinzia Spata Quartet

Cinzia Spata: voce

Giovanni Mazzarino: pianoforte

Steve Swallow: basso elettrico

Adam Nussbaum: batteria

 

ALL THAT JAZZ

Jazz Club “Amici Miei”, ore 23.45

Nello Toscano Quintet “ Walkway”

Rino Cirinna: sassofono

Carlo Cattano: sassofono

Seby Burgio: pianoforte

Nello Toscano: contrabbasso

Stefano Bagnoli: batteria

 

Sabato 30 luglio

JAZZ BRUNCH

Ristorante Amici Miei, ore 13.15

Angela Dispinzieri Band – a cura del C.E.S.M.

 

JAZZ NIGHT 1° set

Atrio Biblioteca Comunale, ore 21.00

Giovanni Mazzarino Quartet feat. Pino Ninfa

Presentazione ufficiale del nuovo lavoro discografico “In Sicilia Una Suite”

Giovanni Mazzarino: pianoforte

Max Ionata: sassofoni

Rosario Bonaccorso: contrabbasso

Nicola Angelucci: batteria

Pino Ninfa: fotografia

 

JAZZ NIGHT 2° set

Atrio Biblioteca Comunale, ore 22.00

Gino Paoli “Un Incontro in Jazz”

Gino Paoli: voce

Danilo Rea: pianoforte

Flavio Boltro: tromba

Rosario Bonaccorso: contrabbasso

Roberto Gatto: batteria

 

ALL THAT JAZZ

Jazz Club “Amici Miei”, ore 23.45

Urban Fabula Trio

Seby Burgio: pianoforte

Alberto Fidone: contrabbasso

Giuseppe Tringali: batteria

 

Domenica 31 luglio

…IN THE MORNING IN THEATRE

Teatro Garibaldi, ore 11.30

Carmen Spatafora Quintet

Presentazione ufficiale nuovo lavoro discografico “Fotografia”

Carmen Spatafora: voce

Giovanni Mazzarino: pianoforte

Giuseppe Asero: sassofono

Riccardo Fioravanti: contrabbasso

Stefano Bagnoli: batteria

 

JAZZ BRUNCH

Ristorante Amici Miei, ore 13.15

Floriana Foti Ensemble – a cura del C.E.S.M.

 

SUDITIROL JAZZ FESTIVAL

Anche in Alto Adige è in corso di svolgimento il locale “Sudtirol Jazz Festival Alto Adige” che si chiude il 3 luglio. In particolare il 1 luglio a Bolzano, al Museion, Dana Leong Music After Dark; a Bressanonne il trio del chitarrista Maurizio Brunod; a Bergusio il Nord Sud Quartet; il 2 luglio a Bolzano il quintetto di Michel Portal e il Tinissima Quartet di Francesco Bearzatti; a San Lorenzo di Sebato Six Alps & Jazz; il 3 luglio a Bolzano Terence Blanchard e il Nord Sud Quartet; a San Vigilio di Marebbe D’Agaro & Biason; a Plose il Duo Fanfaron.

 

GRANDI ARTISTI A LA SPEZIA

La grande musica torna e fa capolinea alla Spezia: domenica 26 giugno ha preso ufficialmente il via la quarantatreesima edizione del Festival Internazionale del Jazz. Due settimane intense di musica, fino al 10 luglio, che quest’anno affiancano ai grandi nomi in programma quelli dei musicisti e delle band spezzine emergenti, che potranno esibirsi sul palco in compagnia dei maestri del jazz. Tra i concerti più interessanti, lunedì 4 luglio Rick Margitza & Aldo Bassi Quintet, seguito il 5 dall’ Aaron Goldberg trio; il 6 luglio Peter Bernestein Trio; il 7 luglio Roberto Gatto Fabio Zeppetella Hammond Trio; l’8 luglio un altro trio di eccelso livello con Mark Turner, Larry Grenadier e Jeff Ballard; sabato 9 luglio doppio concerto con Karl Potter and Aldo Bassi Funk It Up cui farà seguito il quintetto di Gegè Telesforo.
Il 10 luglio serata finale del “Tiberio Nicola Award” il riconoscimento per ricordare il fondatore del festival e appassionato conoscitore di musica jazz fino dai primissimi anni Cinquanta.

 

ANCONA JAZZ FESTIVAL

Si svolge da 3 al 10 luglio l’annuale dizione dell’Ancona Jazz Festival. Apertura di lusso il 3 con Cyro Baptista & Banquet of the spirits; il 4 il nuovo eccellente quartetto di Charles Lloyd; il 5 il trio di Jeff Hamilton: il 6 Gabriele Mirabassi con l’Orchestra Fiati di Ancona; il 7 il quartetto di Franco D’Andrea, l’8 Colours Jazz Orchestra & Bob Mintzer; il 9 Filippo Tirincanti incontra Luca Mannutza e Fabrizio Bosso; il 10 il quartetto di John Scofield.

 

“GRU JAZZ” A GRUGLIASCO

L’edizione 2011 di “Gru Jazz” si svolge dal 5 al 10 luglio. Sei serate di concerti tra cui, da segnalare, Mike Stern & Dave Weckl il 5; il trio di Joe Sample con Randy Crawford il 7; il cantautore Raul Midòn con il bassista Richard Bona l’8; Steve Gadd, Tony Levin, Mike Manieri, David Spinozza, Warren Bernhardt il 10 .

 

FIESOLE E VIVERE JAZZ

“Vivere Jazz” prende il via il 6 luglio per chiudersi il 23 luglio. Dopo l’anteprima con la Mike Stern Band impreziosita da Didier Lockwood, l’11 luglio sarà la volta di Gianluca Petrella con l’ I-Jazz Ensemble; il 14 Raphael Gualazzi rivelatosi nello scorso Sanremo; il 18 la sempre straordinaria Cassandra Wilson; il 19 da Cuba il Grupo Compay Segundo; il 20 il quartetto di Stefano Cantini. Chiusura di lusso il 23 luglio con Charles Lloyd Quartet.

 

II MUSICASTELLE IN BLUE

Presso la splendida località della Piazza d’Armi del Forte di Bard, in provincia di Aosta, tra l’8 e il 16 luglio si alterneranno grandissimi nomi della musica internazionale: Burt Bacharach l’8, Incognito il 9Brad Mehldau e Joshua Redman il 12The Manhattan Transfer il 13, Return to Forever IV con Chick Corea, Stanley Clarke, Lenny White, Jean-Luc Ponty e Frank Gambale il 15The Original Blues Brothers Band il 16 .

 

XIX ISEO JAZZ

La diciannovesima edizione di Iseo jazz, in programma il 9 e dal 12 al 16 luglio, ricalca le orme delle passate edizioni restando interamente dedicata ai musicisti italiani; non a caso saranno consegnati il Premio a Bollani e i Premi Iseo a Rita Marcotulli e Livio Testa. Nell’interessante cartellone sono ancora una volta presenti diverse produzioni originali. Esaminando più da vicino il programma il 9 luglio a Montecampione il Luigi Martinale Trio ospite Alberto Mandarini; il 12 luglio a Palazzolo sull’Oglio Gibellini & Joyce Quartetto in un Omaggio a Sarah Vaughan e il quartetto di Stefano “Cocco” Cantini; il 13 luglio ad Iseo, Lido di Sassabanek, Stefano Bollani piano solo e Mattia Cigalini Quartetto; il 14 luglio
ad Iseo, Castello Oldofredi, Arrigo Cappelletti/Andrea Massaria/Mat Maneri Trio e Umberto Petrin piano solo; il 15 luglio sempre ad Iseo, piazza Statuto, Lucio Terzano Quartetto e Francesco Cafiso Island Quartet; il 16 luglio ad Iseo, piazza Statuto, Rita Marcotulli piano solo e la Lydian Sound Orchestra diretta da Riccardo Brazzale.

 

JAZZ SUL GOLFO DI CASTELLAMMARE

Si svolgerà dall’11 al 15 luglio l’annuale rassegna di Castellammare del golfo, in provincia di Trapani. In particolare ’11 luglio il Trio di Stefano D’anna e la Seamus Blake Electric Band; il 12 il quartetto di Dario Carnovale e la Michele Hendricks Band; il 14 “Flow” e l’ Aaron Goldberg e Peter Bernstein Quartet; il 15 Andy Sheppard Quartet , un tributo a Meshell Ndegeocello e Fly; il 16 laboratorio orchestrale diretto da Andy Sheppard.

 

PESCARA ALLA XXXIX EDIZIONE

La XXXIX edizione di Pescara Jazz è in programma  dal 15 al 17 luglio e il 20 luglio.

In programma Cassandra Wilson il 15, Return to Ferever IV il 16; Cyrus Chestnut trio, Wynton Marsalis & Jazz at Lincoln Center il 17; chiusura il 20 con Lou Reed… non proprio una stella del jazz.

 

ALBINEA

La XXIV edizione del festival in provincia di Reggio Emilia si articola su tre serate: il trio di Mina Gossi il 18 ; Gilfema e Fly il 19 ; chiusura con il quartetto di John Scofield il 20.

 

WYNTON MARSALIS AD ATINA

E’ ripreso in grande stile il festival della piccola cittadina laziale dopo alcuni anni di declino. Dal 21 al 31 luglio vedremo sfilare sul palco di piazza Marconi i seguenti musicisti: Giovanni Guidi Unknown Rebel Band il 21; Rita Marcotulli il 22; Wynton Marsalis & Jazz at Lincoln Center il 23; il Quartetto di Franco D’Andrea il 24; il trio di Hilario Duran il 28 ; il 29; gli Incognito il 30 e il trio di Danilo Rea il 31.

 

GENOVA CON GEZMATAZ

Nella “capitale” ligure questa estate si suona jazz dal 21 al 23 luglio; la rassegna “Gezmataz” comprende, in particolare, i concerti di Yellowjackets il 21; Rare Noise Records Night Naked Truth con Nils Petter Molvaer, tromba, Roy Powell piano elettrico, Lorenzo Feliciati basso, Pat Mastellotto batteria; a seguire il Trio Brainkiller il 22; il 23 docenti e alunni dei workshop (quest’anno i docenti saranno Mike Campagna sax; Marco Tindiglia chitarra; Masa Kamaguchi contrabbasso, Marco Fadda percussioni e Rodolfo Cervetto batteria).

 

VENEZIA

Il Venezia Jazz FEstival parte quest’anno il 26 luglio con Cesaria Evora alla quale seguiranno il 27 un solo di Trilok Gurtu; il 28 il quintetto di Omar Sosa; il 29 in Piazza San Marco l’atteso concerto di Sting con una orchestra sinfonica di 50 elementi e il suo gruppo; il 30 il duo Frank Marocco-Daniele di Bonaventura.

 

SORIANO NEL CIMINO

L’annuale rassegna “Tuscia in Jazz” si volge dal 25 al 31 luglio. Come è nelle corde di questa manifestazione, il festival coniuga  i seminardi didattici con i concerti di cui saranno protagonisti Kurt Rosenwinkel il 26; George Garzone il 27; Buster Williams il 28; Dave Kikoski il 29; Rick Margitza e Flavio Boltro il 30; Antonio Sanchez e Tony Monaco il 31.

 

CANICATTINI BAGNI

Si svolge dal 5 al 15 agosto la XVI edizione del “Festival Sergio Amato”; questo il programma della manifestazione, con tutti i concerti alle ore 22 in Piazza XX Settembre: 5 agosto Amato Jazz Trio e Steve Swallow/Adam Nussbaum/Giovanni Mazzarino; 6 agosto Eddie Gomez con Salvatore Bonafede & Joe La Barbera “We love la faro”; 7 agosto Hilario Duran Quartet; 8 agosto Jean-Pierre Como Band; 9 agosto Claudio Angeleri Quartet “tripudio alla musica di Jimi Hendrix”; 10 agosto Pietro Tpnolo Quartet; 11 agosto Franco Ferguson & John Tchicay; 12 agosto Seven Steps About “Carmen” di Bizet; 13 agosto Frank Tiberi Quartet “Tiberian Mode”;14 agosto Maurizio Giammarco, Orchestra Jazz del Mediterraneo “Cieli di Sicilia”; 15 agosto Jazz Cultural Exchange, Paul Abela Quartet (Malta) e Rui Caetano Trio (Portogallo).

 

XXIV TIME IN JAZZ A BERCHIDDA

Il festival sardo, giunto alla sua XXIV edizione, si svolgerà dal 9 al 16 agosto. Tra gli artisti ospitati Ahmad Jamal, Rokia Traoré, Joao Donato, Pierre Favre.

 

ACQUI TERME

Tre serate per la XVII Acqui Jazz: l’ 11 agosto Giampaolo Casati con Casa Africa e il trio di Silvia Cucchi, ospite Lorenzo Mingussi; il 12 agosto Emanuele Cisi e Andrea Pozza con Joseph Lepore e Luca Santaniello; il 13 agosto il gruppo piemontese Abnoba.

 

I RUMORI MEDITERRANEI A ROCCELLA JONICA

La XXXI edizione del Festival si svolgerà dal 12 al 20 agosto, con un programma assai variegato ; un prologo dal 12 al 14 agosto a Reggio Calabria con due concerti di eccellente livello: Rea – Boltro, e Di Meola-Rubalcaba; quindi una serie di concerti pomeridiani a Roccella dal 12 al 16 e poi dal 17 al 20 il vero e proprio Festival che ospiterà, tra gli altri, Eddie Gomez, Ahamd Jamal e fra gli italiani  Roberta Gambarini e Nicola Piovani.

 

TUTTO PIANO A LACCO AMENO

Dal 22 al 27 agosto  nella splendida Ischia si esibiranno  Danilo Rea (il 22), poi trittico di Stefano Bollani con il Danish Trio (il 25), con Hamilton de Holanda (il 26) e con il quartetto i Visionari (il 27).

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti