La manifestazione romana in programma dal 20 aprile al 12 maggio

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Danilo Rea (foto Francesco Truono)

Danilo Rea (foto Francesco Truono)

Giunto felicemente alla VII edizione, Percorsi raddoppia il numero degli appuntamenti: quelli consueti della domenica pomeriggio (sempre alle ore 18) nella bellissima Sala Accademica del Conservatorio romano (diretto da Edda Silvestri) saranno preceduti dalle performances del sabato (alle 16,30) in Piazza Campitelli – l’iniziativa è promossa in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, per  concerti che vedranno confrontarsi il meglio del jazz italiano ed europeo.

Il festival propone alcuni dei migliori musicisti che insegnano nel Dipartimento Jazz del Conservatorio della Capitale – nomi che non hanno bisogno di presentazioni come Danilo Rea, Paolo Damiani, Roberto Gatto, che allestiscono veri e propri progetti originali, spendendosi in molte formazioni e da solisti, coinvolgendo colleghi, studenti , i migliori solisti del Teatro dell’Opera di Roma, il gallese Huw Warren e la vocalist napoletana Maria Pia De Vito, Fabrizio Bosso e due pilastri del jazz tedesco come Ulrich Gumpert e Silke Eberhard (domenica 21 aprile).

In particolare sabato 20 aprile nella  Sede dell’Assessorato alle Politiche Culturali, in Piazza Campitelli, Stefano Pagni, contrabbasso con Claudio Giusti sax alto, Daniele Malvisti sax tenore, Onur Mulayim chitarra, Fabio Parodi pianoforte, Manuel Bastioni batteria.

Nella Sala Accademica del Conservatorio Santa Cecilia, domenica 21 aprile, “Improvvisi” con Paolo Damiani, violoncello, Ulrich Gumpert, pianoforte, Silke Eberhard, sax e clarinetto, Antonio Jasevoli, chitarra, Michele Rabbia, percussioni, Daniele Malvisi sax, Ludovica Manzo,voce. Un nuovo progetto del versatile compositore romano Paolo Damiani, direttore del dipartimento jazz del conservatorio di Santa Cecilia e qui alla testa di un ottetto eccellente e nuovo di zecca, comprendente due giganti del jazz tedesco ed alcuni tra i più creativi musicisti italiani nell’area del jazz più innovativo e meno prevedibile. Ascolteremo composizioni originali del leader , di Gumpert e di Eberhard; il e’ realizzato in coproduzione con il Goethe institut. La serata si chiude con la big band del conservatorio, diretta da Mario Corvini e Stefano Pagni.

Sabato 27 aprile nella  Sede dell’Assessorato alle Politiche Culturali, il trio composto da Gianluca Figliola, chitarra, Giulio Scarpato, basso e  Emanuele Zappia, batteria. Nella Sala Accademica del Conservatorio Santa Cecilia, domenica 28 aprile, un quartetto inedito e atipico di altissimo livello guidato da Fabrizio Bosso, tromba, con  Julian Oliver Mazzariello, pianoforte, Alessio Sebastio pianoforte e Graziano Nori violoncello; in programma composizioni originali..

Sabato  4 maggio nel cortile della sede dell’Assessorato alle Politiche, la Santa Cecilia Big Band composta da: Aris Ozols, chitarra, Onur Mulayim, chitarra, Fabio Parodi, pianoforte, Manuel Bastioni, batteria, Elena D’Alò ,flauto, Adriano Fabio Testa ,clarinetto, Michele Napoli ,oboe e sax, Mauro Massei ,sax, Luigi Di Marco, sax, Tomoe Yamamoto ,sax, Claudio Giusti sax, Daniele Malvisi sax, Leonardo Radicchi sax, Teodorico Zurlo trombone, Elisabetta Mattei, trombone, Valerio Prigiotti, tromba, Mario Barletta tromba, Stefano Battaglia contrabbasso, Leonardo Giuntini basso, Giulio Scarpato basso, Giuseppe Pantano, voce, Sebastiano Forti ,voce, Sara Jane Ceccarelli ,voce, Gianfranco Aghedu voce, Daniela Troilo, voce, Gisela Oliveiro ,voce, Maria Rosaria De Leo ,voce, Oona Rea, voce, Valentina Prosperi, voce; direttori Mario Corvini, Stefano Pagni e Paolo Damiani.

Domenica 5 maggio, nella Sala Accademica del Conservatorio Santa Cecilia, lo splendido duo composto da Maria Pia De Vito voce, e Huw Warren ,pianoforte e a seguire la Santa Cecilia Big Band diretta da  Mario Corvini, Stefano Pagni e Paolo Damiani.

Ultimi appuntamenti con progetti originali: sabato 11 maggio Sabato, nel cortile della sede dell’Assessorato alle Politiche Culturali in piazza Campitelli il trio inedito composto da Danilo Rea, pianoforte, Paolo Damiani ,violoncello, Roberto Gatto ,batteria, presenteranno composizioni originali.

Chiusura dell’edizione 2013 di Percorsi Jazz, nella Sala Accademica del Conservatorio Santa Cecilia, un altro duo inedito e atipico composto da Vittorio Mezza, pianoforte e Danilo Rea, pianoforte, che presenteranno composizioni originali.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti