Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Abullah Ibrahim

Abullah Ibrahim

Come già  annunciato, il 30 aprile si svolge la Seconda Giornata Internazionale del Jazz indetta dall’UNESCO.

Lo scorso anno l’evento clou era stato a New Orleans con l’esibizione di una fantastica “All Stars”. Quest’anno, all’attenzione del mondo del jazz  Istanbul dove si terrà il concerto principale presentato dall’Unesco, dalla Repubblica di Turchia e dal Thelonious Monk Institute of Jazz. La giornata inizierà con un concerto di giovani studenti diretti da due vere e proprie icone del jazz, quali Vayne Shorter e Herbie Hancock, quest’ultimo anche nella veste di “ambasciatore” Unesco.

La sera tutti all’ Aya Irini (la chiesa utilizzata come centro culturale nei giardini di Topkapı); articolato e di estremo interesse il cartellone proposto: in particolare saranno ascoltati (anche  in diretta web) i pianisti John Beasley, George Duke, Robert Glasper, Abdullah Ibrahim, Keiko Matsui e Eddie Palmieri; i vocalist Al Jarreau, Milton Nascimento e Dianne Reeves; i trombettisti Hugh Masekela, Imer Demirer e Christian Scott; i bassisti James Genus, Marcus Miller e Ben Williams; i percussionisti Terri Lyne Carrington, Vinnie Colaiuta e Pedro Martinez; i clarinettisti Anat Cohen e Hüsnü Şenlendirici ; i chitarristi Bilal Karaman, John McLaughlin, Lee Ritenour e Joe Louis Walker; i sassofonisti Dale Barlow, Igor Butman, Jimmy Heath, Wayne Shorter e Liu Yuan; il violinista Jean-Luc Ponty e molti altri ancora.

Oltre al concerto di Istanbul, sono previsti eventi in una trentina di nazioni tra cui Argentina, Australia, Corea, Francia, Messico, Danimarca, India e Gabon…e naturalmente il nostro Paese e quindi anche Roma. In particolare, nella Capitale l’etichetta Tosky Records sceglie l’ AlexanderPlatz per la presentazione ufficiale di “For Life”, nuova release che sancisce l’esordio discografico del talentuoso contrabbassista Dario Germani. Sul palco, la formazione in trio pianoless con cui Dario Germani ha inciso il disco: Stefano Preziosi, sassofonista poliedrico (sax contralto) con cui collabora da anni e Luigi Del Prete, batterista di grande personalità. Ospite della serata, il celebre musicista e compositore Giovanni Tommaso.

Rosario Giuliani ha invece scelto la Casa del Jazz per presentare il suo ultimo disco; Rosario sarà accompagnato dai musicisti con cui ha inciso “Images” eccezion fatta per John Patitucci sostituito sul palco romano da Darryl Hall;  per il resto ci sono, quindi, Joe Locke al vibrafono, Joe La Barbera alla e Roberto Tarenzi al pianoforte. Ne scaturisce così una musica riflessiva e al tempo stesso futuristica, melanconica e solare, capace di esplorare con grandissimo virtuosismo territori idiomatici toccanti e poco conosciuti.

All’Auditorium Parco della Musica Enzo Pietropaoli, Battista Lena, Fulvio Sigurtà presentano l’ultima fatica discografica “La Notte”. È un trio senza batteria: una tromba, una chitarra e un contrabbasso. Viene subito in mente l’ultimo Chet Baker. Una dimensione cameristica, intima. L’incontro è nato intorno a una registrazione per l’etichetta discografica Fonè che ha voluto fissare questo trio come fosse una formazione di musica classica. In teatro a Volterra direttamente su due tracce, senza missaggi, riverberi o manipolazioni di qualsiasi tipo. La scelta di non usare l’elettronica, di suonare unplugged riporta a un rapporto diretto con gli strumenti e quindi con la nostra essenza semplice di musicisti. Il repertorio è eclettico con una prevalenza di brani originali, interpretazioni da Bill Evans a Cole Porter fino a riletture di contemporanei come Rufus Wainwright.

Ciò detto diamo anche uno sguardo ad alcuni degli eventi proposti in giro per l’Italia.

A Torino  nell’ambito del Jazz , in Piazza Castello Mccoy Tyner And Latin All Stars (Esclusiva Italiana) con  Gary Bartz sassofoni, Conrad Herwing  trombone,

Bryan Lynch tromba, Gerald Cannon contrabbasso, Francisco Mela batteria e Giovanni Hidalgo percussioni; nel piazzale Valdo Fusi alle ore 18.00: Dorado Schmitt (esclusiva italiana) chitarra elettrica e violino, Samson Schmitt chitarra elettrica ed acustica, Bronson Schmitt chitarra elettrica, Sonny Amati Schmitt chitarra acustica, Gino Roman contrabbasso e Franco Merhstein chitarra acustica.

A Milano, al Memo Restaurant, un duo d’eccezione con Javier Girotto sax e Carlo Morena pianoforte.

A San Lazzaro di Savena ( BO ) nell’ambito di “Paradiso Jazz”, Omaggio a Miles Davis con 6 musicisti di calibro internazionale Wallace Roney (tromba), Rick Margitza (sax), Larry Coryell (chitarra elettrica), Joey Di Francesco (organo hammond)Victor Bailey ( elettrico) e Omar Hakim (batteria).

A Ferrara, per Crossroads & Ferrara in Jazz “Il Gioco del Mondo”- Mingus Dinasty
e Kurt Rosenwinkel New Quartet con lo stesso Kurt Rosenwinkel – chitarra; Aaron Parks – pianoforte; Eric Revis – contrabbasso; Justin Faulkner – batteria

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti