Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Nico Morelli2Hancock

Trad. Gerlando Gatto – In occasione della quarta edizione della giornata Internazionale del , il 30 aprile Parigi diventerà la capitale mondiale del .

Proclamata sotto l’egida dell’UNESCO e con Herbie Hancock elevato al rango di “ambasciatore di buona volontà”, questa giornata eccezionale, co-organizzata dal Thelonious Monk Institute of Jazz (di cui H. Hancock è il presidente), sarà celebrata in circa 185 altri Paesi.

La citta di Parigi sarà quindi l’ospite di queste celebrazioni che si iscrivono nel quadro delle festività del 70° anniversario dell’UNESCO e il clou sarà un concerto internazionale che si terrà presso la sede dell’organizzazione e che verrà trasmesso nel mondo intero. Questo concerto riunirà sulla scena artisti di rinomanza internazionale; oltre Herbie Hancock ci saranno, infatti, come vocalist Dee Dee Bridgewater (il cui ultimo CD, « Dee Dee’s Feathers » registrato con la New Orleans Jazz Orchestra diretta dal trombettista Irvin Mayfield è appena uscito), Annie Lennox (ex-Eurythmics), Diane Reeves e Al Jarreau, mentre tra gli strumentisti vanno segnalati Kenny Garrett (alto-), Marcus Miller e Avishai Cohen (contrabbasso), Eliane Elias (piano),

Lee Ritenour (chitarra), Wayne Shorter (saxes) o ancora Hugh Masekela (tromba).

Una serie di programmi di introduzione al jazz e di spettacoli gratuiti saranno offerti al pubblico parigino – , jam sessions, tavole rotonde, conferenze, mini-concerti, proiezioni di film etc…- nei 20 arrondissements della Capitale (municipi, ospedali, stazioni, conservatori, case di riposo, centri d’accoglienza etc…) ivi compresi i principali clubs di jazz.

E al riguardo anche i clubs della “rue des Lombards” (primo arrondissement – quartiere des Halles), soprannominato la « 52è rue parisienne » accoglieranno (gratuitamente) molti jazzmen. In quest’ambito il Sunset/Sunside proporrà una serata 100% italiana con il gruppo « Periscopes » costituito nel 2007 per iniziativa del tandem Emiliano Vernizzi (sax)/Alessandro Sgobbio (piano) installato a Parigi fin dal 2011) e premiato a più riprese in Italia, il pianista Nico Morelli (in trio), e il duo Francesco Bearzatti (sax) et Nicola Sergio (piano).

A pochi passi da lì, il Baiser Salé inviterà il bassista camerunense Etienne MBappé (ex-Zawinul Syndicate) alla testa della sua formazione « Su La Také ». Quanto al Duc des Lombards, riceverà il contrabbassista greco Petros Klampanis che lavora con i sassofonisti Greg Osby e Antonio Hart.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti