I due più anziani festival di jazz in Francia sono nati in Costa Azzurra

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

kennygarrett_pr6_033rgb300_bykeithmajor

E’ a Nizza che un giorno del febbraio 1948 ha avuto luogo il primo festival del jazz al mondo con, all’epoca, un super cast : Louis Armstrong, Django Reinhardt, Stéphane Grappelli, Claude Luter e Yves Montand.

Dopo più di venti anni, ecco la nascita nel 1974 della “Grande Parade du Jazz”, coprodotta da Simone Ginibre e George Wein, creatore del “Newport Jazz Festival” negli Stati Uniti nel 1954. Fino a quando, nel 1994, viene creato il “Nice Jazz Festival”.

Ripresa in consegna dalla città di Nizza – il cui sindaco è il deputato repubblicano Christian Estrosi – nel 2011, la manifestazione abbandona il sito romano delle“Arènes de Cimiez” per raggiungere il centro città e il “Jardin Albert 1er”. Oggi, sotto la guida del suo direttore artistico Sébastien Vidal (TSF Jazz), il festival, grazie a due scene, può offrire il meglio del jazz di oggi e aprirsi alle musiche “urbane”, al soul, al funky e al r&b. Dopo l’apertura del giovane cantante inglese Jamie Cullum, il festival ospiterà alcune vere e proprie leggende del jazz quali Charles Lloyd (77 anni), il sottile Kenny Barron (72 anni conosciuto anche come l’ “ultimo” di Stan Getz) , ma anche – e soprattutto – i migliori esponenti della nuova generazione di tastieristi jazz e veri giganti odierni del piano quali Omer Klein, Brad Mehldau, Eric Legnini, Jason Moran e Roberto Fonseca. Senza dimenticare importanti vocalist come Kurt Elling et Hugh Coltman. Dal punto di vista della cosiddetta “musica urbana” sono attese parecchie rivelazioni dalle origini diverse come il fenomeno vocale e pianistico inglese Benjamin Clementine, consacrato dalle recenti “Vittorie della Musica” (categoria Rivelazioni) nonché i cantanti Indra Rios Moore et Hindi Zahra. Quanto ai grossi calibri del funky gli stessi si chiamano Larry Graham, The Roots e ancora Kool and the Gang … insomma grosse vibrazioni in arrivo.

(Nice Jazz Festival – dal 7 al 12 luglio – www.nicejazzfestival.fr) Buone vibrazioni dovrebbero arrivare anche da “Jazz à Juan” d’Antibes/Juan-les-Pins, decano dei festival di jazz nella continuità. Ad eccezione di tre serate (dal 10 al 12 luglio), i due festival si svolgono in contemporanea, e quindi in concorrenza, con la celebrazione della 55° edizione di “Juan” creato nel 1960 da Jacques Souplet, direttore di etichette discografiche); in particolare a Juan, nelle suddette serate, si ascolteranno Carlos Santana, il contrabbassista Avishai Cohen e il mitico duo di due ex tastieristi di Miles Davis, Chick Corea e Herbie Hancock. La programmazione curata da Jean-René Palaccio, direttore artistico, alterna jazz attuale, giovani promesse e stars del r&b. Tra queste ultime il ritorno di Melody Gardot, trasformata in cantante soul dopo aver frequentato dapprima i territori del jazz e poi quelli della bossa-nova e il cui ultimo CD, “Currency of Man” (Decca/Universal), sta vendendo piuttosto bene, Lionel Richie, Mr. “All Night Long” negli anni ‘80, o ancora Al Jarreau.

Armstrong

Il jazz attuale e le giovani promesse sono rappresentati da Kenny Garrett, conosciuto tra l’altro come “l’ultimo sassofonista” di Miles, Marcus Miller (che impreziosisce tutti i festival dell’estate in Francia), con , in veste di invitato speciale, il trombettista Ibrahim Maalouf, il collettivo di Brooklyn, Snarky Puppy, la cantante australiana Sarah McKenzie, il prodigio francese del piano, Thomas Enhco (in solo) e la Dirty Dozen Brass Band, celebre “marching band” di New Orleans.

(Jazz à Juan – du 10 au 19 juillet – www.jazzajuan.com)

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti