Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Zancle
Serena Ferrara. voce
Luca Dell’Anna. pianoforte
Ivo Barbieri. basso elettrico

Mercoledì 16 dicembre. ore 22

Zingarò Club
Faenza (RA). Via Campidori, 11
web: www..com/zingarojazzclub ; www.ristorantezingaro.com

Mercoledì 16 dicembre, alle 22, la prima parte della stagione dello Zingarò Jazz Club si conclude con il concerto di Zancle, il trio formato da Serena Ferrara alla voce, Luca Dell’Anna al pianoforte e Ivo Barbieri al basso elettrico. Il concerto avrà inizio alle 22 ed è ad ingresso libero.

Il progetto Zancle nasce dall’incontro di Serena Ferrara, cantante milanese di origini siciliane, con il pianista Luca Dell’Anna e il bassista Ivo Barbieri. Una vibrante e poetica esperienza di jazz mediterraneo, animata dalla scelta dei suoni, dall’interplay e dallo spirito improvvisativo, trova così respiro tra i colori della musica etnica e popolare, nei testi che narrano le leggende e i miti, racconti ispirati a diverse tradizioni e in particolare a quella siciliana.

Zancle è il nome in greco antico della città di Messina ed è un progetto dedicato al sud del mondo. È un viaggio che ha il suo centro nel cuore del mediterraneo e ci porta dall’isola siciliana in Andalusia, dall’Africa all’Argentina fino al sud dell’India. Il filo conduttore dei brani, quasi tutti inediti, sono i testi che ripercorrono i miti, le leggende e i racconti presenti nelle diverse tradizioni del mondo e in particolare a quella siciliana. Personaggi come Cola Pisci ad esempio, l’eroe che secondo la leggenda si trova in fondo al mare a reggere una delle tre colonne su cui poggia la Sicilia, o Cor de Rosa, una fata a cui ha dato vita il poeta Fernando Pessoa, che giunge sulla terra ogni notte per far addormentare e sognare i bambini, o Angamene, ispirato al mito della Fata Morgana e fenomeno ottico che si può osservare ancora oggi nello stretto di Messina.

Serena Ferrara si è diplomata ai Civici Corsi di Jazz di Milano e si è laureata a pieni voti in vocalità afro-americana al conservatorio Ghedini di Cuneo e al biennio specialistico di Jazz al Conservatorio Verdi di Milano. Ha iniziato l’attività concertistica nel ’98 cooperando con diversi gruppi musicali, con repertori che spaziano dal pop, al funky, al rhythm & blues e successivamente al jazz in formazioni che vanno dal alla big band. Dal 2000 ha intrapreso diverse collaborazioni anche in ambito teatrale ed è cantante solista in S/Concerto, viaggio musicale attraverso alcune tra le più belle colonne sonore dei film che interagiscono con la letteratura, e Musica Maestro!, una non convenzionale lezione-concerto per bambini attraverso le musiche di Walt Disney. Negli anni ha collaborato tra gli altri con Franco Cerri, Giorgio Gaslini, Tiziana Ghiglioni, Riccardo Bianchi, Alberto Mandarini, Ferdinando Faraò, Tino Tracanna, Giovanni Falzone, Albert Hera, Israel Varela, Jorge Pardo, Adam Rapa. Vincitrice con Artchipel Orchestra del Top Jazz 2012 come Miglior Formazione e nominata tra i miglior nuovi talenti. Dal 2004 è insegnante di canto moderno e jazz ed effettua laboratori di improvvisazione corale in diverse scuole e strutture tra le province di Milano e Lecco.

Le foto scattate da Lorenzo Gaudenzi ai protagonisti delle precedenti stagioni del club faentino fanno da cornice ai concerti dello Zingarò Jazz Club.

La stagione dello Zingarò Jazz Club riprenderà mercoledì 13 gennaio 2016 con un doppio appuntamento: nella prima parte della serata saranno sul palco Elena Majoni & Nicola Peruch che presentano le loro composizioni originali per violino e pianoforte e scatole elettroniche; Tredokyo sarà invece il progetto ospitato nella seconda parte e avrà come protagonisti Matteo Monti, Andrea Taravelli e lo stesso Nicola Peruch.

Lo Zingarò Jazz Club si trova a Faenza, in Via Campidori, 11.

 

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti