Frank Martino Disorgan Trio al TrentinoInJazz

Venerdì 29 giugno 2018
Ore 19.30
Bar Circolo Operaio Santa Maria
Via Santa Maria 8
Rovereto (TN)

FRANK MARTINO DISORGAN TRIO

ingresso gratuito

Venerdì 29 giugno ultimo appuntamento della stagione per TrentinoIn Jazz Club, il ciclo del TrentinoInJazz ideato da Emilio Galante per coinvolgere i club di Trento e Rovereto. Si chiude una sezione importante della rassegna con il Frank Martino Disorgan Trio al Circolo Santa Maria di Rovereto. Prendendo spunto dalla classica formazione jazz dell’organ trio con piano e chitarra, Frank Martino (chitarre), Claudio Vignali (tastiere) e Niccolò Romanin (batteria) fondono la loro passione per la musica elettronica con i linguaggi improvvisativi del jazz, proponendo un repertorio interamente originale in cui le matrici, acustica ed elettronica, dei singoli strumenti si fondono l’una nell’altra in un crossover continuo.

Se da un lato il trio è un ideale proseguimento del lavoro intrapreso con il gruppo MOF, del quale Martino è parte integrante da alcuni anni, dall’altro rappresenta la perfetta messa a fuoco della sua visione artistica grazie alla quale la contaminazione tra jazz e musica elettronica trova la sua piena realizzazione liberandosi da sovrastrutture troppo rigide. Nel corso della serata verranno presentate le composizioni dell’ultimo apprezzato cd Revert e anteprime dal nuovo disco in uscita il 7 Settembre per Auand Records.

Prossimo appuntamento con il TrentinoInJazz 2018 giovedì 5 luglio: prima data di Panorama Music con As Madalenas a Col Rodella.

Barionda al TrentinoInJazz 2018!

Lunedì 25 giugno 2018
ore 21.30
Cortile Palazzo De Probizer
Isera (TN)

BARIONDA

ingresso 10 Euro –
prenotazione obbligatoria, tel. 342 1330005

Lunedì 25 giugno prosegue il TrentinoInJazz 2018 ma si ferma Lagarina Jazz, con la sua ultima data: il concerto dei Barionda! Barionda concentra nel proprio nome, con un brillante gioco di parole, il senso del progetto: il sax baritono come protagonista, il caos chiassoso di una baraonda e una vigorosa onda musicale. Con quattro sassofoni baritoni e una batteria, il quintetto propone un organico strumentale insolito quanto elettrizzante, scaturito da un’idea di Helga Plankensteiner, volta a riproporre quello scorcio del grande repertorio jazz dove il sax baritono ha avuto un ruolo importante.

Come punto di partenza, ecco dunque le splendide composizioni di Duke Ellington, Charles Mingus e altri brani che hanno visto protagonisti grandi solisti dello strumento, come Gerry Mulligan e Pepper Adams. In front line, insieme alla stessa Plankensteiner e al trentino Giorgio Beberi, troviamo due straordinari solisti molto diversi per approccio, sonorità e fraseggio, come l’austriaco Florian Bramböck e l’italo-argentino Javier Girotto. Questo conferisce alla musica un’ampia tavolozza di contrasti e umori, che bene si sposa con la bella compattezza negli insiemi e la sempre maggiore focalizzazione del progetto. Bramböck si muove con felpata agilità quasi cool e con ironia tagliente, mentre Girotto dà fondo al proprio temperamento latino, dai colori accesi e dalle energiche cellule ritmiche. La formazione ha plasmato una propria personalità, armonizzando e valorizzando la dialettica dei contrasti, ampliando il repertorio con nuovi brani originali. L’inserimento recente di un batterista dalla fine duttilità come Mauro Beggio ha conferito alla proposta un motivo in più di coesione e varietà.

Prossimo appuntamento con il TrentinoInJazz 2018 venerdì 29 giugno: Frank Martino Disorgan Trio (Rovereto).