Il Jazz Italiano per l’Aquila fa il bis

IMG_8114 (003)

Il Ministero dei Beni Culturali di via del Collegio Romano a Roma, ha ospitato venerdì 8 luglio la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione de “Il Jazz Italiano per l’Aquila”, in programma dal 2 al 4 settembre, manifestazione che lo scorso anno richiamò sessantamila persone nel capoluogo abruzzese, divenuto per un giorno il centro della terra… jazzisticamente parlando… in una maratona alla quale hanno partecipato circa 600 musicisti, impegnati in un centinaio di concerti in 12 ore di musica, nelle strade e nei luoghi simbolo della ricostruzione.
Il Ministro Dario Franceschini si è soffermato sull’alto valore della manifestazione, per i suoi importanti contenuti: “il jazz non deve essere più considerato un fenomeno di nicchia ma un elemento trainante per l’industria del turismo culturale in Italia”. La grande risonanza che il progetto ha avuto a livello mediatico è divenuta anche la testimonianza più diretta dell’incessante opera di ricostruzione degli edifici colpiti dal sisma del 2009, un evento drammatico che cambiò nel profondo l’anima di questa città, che ora vuole ritornare ad essere un patrimonio mondiale per la ricchezza della sua storia, per l’arte e per la cultura.
Franceschini ha ricordato con emozione il grazie degli aquilani e il sorriso sui loro volti, per aver riacceso le speranze e la voglia di ricominciare.
Il primo cittadino dell’Aquila, Massimo Cialente, ha ringraziato il Ministro e Paolo Fresu per questa chiamata, prontamente raccolta, dal movimento del jazz italiano, ricordando come questo evento sia stato “una delle tante tessere del complicato puzzle della ricostruzione, che ha portato, a Dicembre 2015, alla riapertura del Museo Nazionale d’Abruzzo nella nuova sede, ex Mattatoio Comunale, a Borgo Rivera, di fronte alla Fontana delle 99 Cannelle. Ed è stato proprio il sindaco Cialente ad auspicare, per l’edizione 2016, il raddoppio delle presenze, sottolineando di aver aggiunto nuovi luoghi, nuovamente fruibili alla collettività, per i concerti. Si rinnova anche la stretta collaborazione con il comitato della Perdonanza, organizzatore dei grandi eventi aquilani e si attiva quella con “Sapori dei Parchi”, festival dedicato alla biodiversità, che presenta il meglio della produzione eno-gastronomica dei parchi nazionali italiani. (altro…)

“Correggio On Time” seminari di musica 20 – 25 maggio, Correggio (RE)

Dal 20 al 25 maggio ad arricchire il prestigioso palinsesto del Festival Correggio Jazz 2014Crossroads sarà Correggio On Time, workshop intensivo di musica jazz e management musicale diretto da Marcello Allulli e Alessandro Paternesi.

All’approfondimento di musica d’insieme e improvvisazione, tenuto da un ricco parterre di protagonisti del jazz nazionale come Alfonso Santimone, Fulvio Sigurtà, Francesco Diodati, Cristiano Arcelli, Francesco Ponticelli, Lorenzo Fontana e Federico Casagrande – oltre a Paternesi e Allulli – si affiancheranno interessanti incontri volti ad esplorare lo sfaccettato panorama della produzione musicale con l’intento di trasferire agli iscritti ulteriori competenze inerenti auto-promozione, imprenditorialità e fundraising.

Ai concerti serali di Correggio Jazz seguiranno altresì jam session in differenti caffè e club della città, mentre un concerto finale tenuto da iscritti e docenti insieme è previsto nel pomeriggio del 25 maggio nella storica cornice del Teatro Asioli.

(altro…)

AL DEBUTTO ATINA JAZZ WINTER

5-8 DICEMBRE 2009

Atina Jazz Winter nasce sulla scia del grande successo della XXIV edizione di Atina Jazz e come ponte ideale verso la prossima edizione 2010 nella quale il festival festeggerà il traguardo importantissimo dei 25 anni.
Atina Jazz Winter, in questa sua edizione, si svolgerà dal 5 all’8 dicembre nella splendida cornice del Palazzo Ducale di Atina,in provincia di Frosinone,e vedrà la presenza di artisti nazionali ed internazionali di altissimo livello. Una quattro giorni non solo di concerti ma anche di eventi che andranno ad integrare la programmazione musicale curata, per due serate in particolare (6 e 8 dicembre), in collaborazione con la ECM, la casa discografica di Monaco di Baviera che rappresenta una delle realtà più importanti di questo settore a livello internazionale. Questa nuova e lusinghiera collaborazione rende particolarmente orgogliosi proprio perchè, in qualche modo, consacra il grande lavoro che da 2 anni a questa parte ha visto AtinaJazz tornare ad essere uno dei più importanti festival jazz d’Italia, proiettandolo in una dimensione nuova sia dal punto della programmazione artistica che dei progetti per il futuro. (altro…)