Posts Taggati ‘Thelonious Monk’

Ada Montellanico

Con Monk in primo piano pubblico entusiasta

Scritto da Simone Minzi on . Postato in Guide all'ascolto, I nostri Eventi, Primo piano

Ada Montellanico

Ada Montellanico

Ancora grande successo per la guida all’ascolto “Jazz Standard” condotta da Gerlando Gatto alla Casa del Jazz. Mercoledì terza puntata incentrata su Thelonious Monk con ospitila vocalist Ada Montellanico e il chitarrista Francesco Diodati.

In particolare sono stati ascoltati “Round Midnight” e “Pannonica” di Monk; come terzo standard “Stardust” di Carmichael e Parish.

In apertura di serata Gatto introduce il discorso su Monk insistendo su un particolare: la tecnica pianistica dell’artista. In effetti per troppo tempo si è accusato Monk di non essere un grande esecutore; solo da pochi anni si è scoperto che viceversa era dapprima un virtuoso e che solo in un secondo momento si era costruito quella tecnica pianistica, così inusuale e percussiva,  per esprimere meglio le sue idee musicali. A sottolineare il tutto un video di Monk che esegue in trio “Round Midnight” con la sua particolarissima digitazione. A seguire l’ascolto di quella che viene considerata una delle migliori versioni del brano, quella realizzata da Miles Davis nel ’56 assieme a John Coltrane, Red Garland, Paul Chamber e Philly Jo Jones.

Hancock

Il XXXVI Roma Jazz Festival all’insegna del linguaggio audiovisivo

Scritto da Gerlando Gatto on . Postato in Appuntamenti

Herbie Hancock

Herbie Hancock

“Visual Jazz”: questa l’insegna che caratterizza il XXXVI Roma Jazz Festival che si svolgerà presso l’Auditorium Parco della Musica dal 12 ottobre al 25 novembre, con una lunga interruzione dal 3 al 22 novembre a causa delle note vicende che hanno interessato il Festival del Cinema.

Ancora una volta la manifestazione, curata da Mario Ciampà, trova una sua precisa ragion d’essere nell’accurata progettualità: durante le tante giornate del Festival non assisteremo a concerti presentati semplicemente per fare vetrina (cosa che accade puntualmente in molti altri Festival come Umbria Jazz) ma quasi tutte le serate sono legate da un filo rosso costituito, per l’appunto, dal tema scelto.

Questa volta, come si accennava, ci si rivolge al rapporto tra il jazz e il linguaggio audiovisivo, quindi non solo cinema ma anche i documentari, i corti, le biografie epiche, le riprese televisive, i video clip… In altri termini si cerca di cogliere le fruttuose tendenze in atto nelle reciproche influenze tra jazz e nuovi media, non trascurando naturalmente il cinema. Di qui una rassegna che vede non solo concerti ma anche espressioni di video arte e performance live.

In particolare per quanto concerne il rapporto tra musica e video arte, l’evento forse più stimolante è quello che in apertura vedrà impegnato l’artista olandese JacobTV con il suo progetto “The News”;  si tratta di video remixati dai media televisivi stile urbano tra speech, groove strumentali e molto jazz.

I NOSTRI CD

I nostri CD

Scritto da Gerlando Gatto on . Postato in I nostri CD, Primo piano, Recensioni

Trilok Gurtu

All’insegna dell’estremo oriente il Festival New Conversations

Scritto da Redazione on . Postato in Appuntamenti

Trilok Gurtu

Trilok Gurtu

Sarà dedicata soprattutto all’estremo oriente la diciassettesima edizione del festival New Conversations – Vicenza Jazz, che si tiene dal 4 al 12 maggio. Saranno quindi musicisti provenienti dall’India, il Giappone e il sud est asiatico a rendere davvero unico il programma ideato dal direttore artistico Riccardo Brazzale e intitolato “Alla Fiera dell’Est: sulle rotte di Marco Polo e Thelonious Monk”: un omaggio alle perlustrazioni sia geografiche che musicali attraverso le figure di due grandi esploratori.
Festival tra i più rinomati a livello internazionale, Vicenza Jazz 2012 sarà un contenitore per molteplici ascolti jazzistici: dalle esoteriche proposte estremo orientali alle grandi firme del jazz afro-americano, dalle piccole formazioni cameristiche alle magniloquenti produzioni orchestrali di grande respiro, dagli artisti per ‘intenditori’ ai gruppi dal vasto seguito popolare. Tutto raccolto in nove giorni ad altissima concertazione musicale: il programma offrirà un centinaio di spettacoli. Tutta la città di Vicenza sarà amichevolmente invasa dalle improvvisazioni afro-orientali: dai teatri (con l’immancabile e monumentale cornice del palladiano Teatro Olimpico, oltre al Teatro Comunale) ai palazzi storici, dalle chiese alle piazze e le vie del centro, dai numerosi locali notturni al Conservatorio “Pedrollo”.

Blue Note logo

Ma la Blue Note è davvero la migliore etichetta di jazz?

Scritto da Marco Giorgi on . Postato in I nostri Eventi

Blue Note logo

Prendetela come una provocazione, ma siamo proprio sicuri che la Blue Note sia la migliore etichetta di jazz? Ci siamo spesso fatti questa domanda. Abbiamo lavorato per anni in casa discografica e abbiamo potuto vedere in azione e studiare i meccanismi di marketing che, se ben calibrati, portano a innalzare la reputazione e la considerazione di questo o quell’artista, di questa o quell’etichetta. Se guardiamo al campo della musica classica a tutti viene in mente l’esempio della Deutsche Grammophon. Pochi sanno che la gloria di questa label si deve a un’azzeccata campagna di marketing che ne incensava la qualità tecniche di registrazione, nonché alla presenza di un colosso del calibro di Herbert von Karajan, il primo direttore d’orchestra divo. Sulla qualità di registrazione della DG lasciamo la parola agli audiofili (personalmente preferiamo di gran lunga il suono della Decca, che fu la precedente regina… detronizzata).

Marco Giorgi
www.red-ki.com

Marcello Allulli

JAM 2012 Rassegna dedicata al jazz indipendente

Scritto da Redazione on . Postato in Appuntamenti

Marcello Allulli (foto Andrea Feliziani)

Marcello Allulli (foto Andrea Feliziani)

La rassegna musicale Jam, giunta alla sua ottava edizione, è promossa dall’Associazione Culturale  “Keptorchestra ”  e dalla scuola di Musica “Thelonious Monk” di Mira che ne è diretta emanazione.

Anche quest’anno viene confermata la vocazione della manifestazione a ricercare una collocazione alternativa rispetto al panorama delle rassegne di jazz tradizionali.

Secondo l’intento del direttore artistico, il sassofonista Nicola Fazzini, l’obbiettivo fondamentale rimane quello di valorizzare quanto di più originale e interessante proponga il panorama jazzistico italiano, sia dal punto di vista concertistico, con esibizioni live, che da quello editoriale, presentazione di cd, libri e conferenze sul tema dell’editoria indipendente.

Francesco Diodati

Anteprima a Roma del nuovo progetto di Francesco Diodati con i NEKO

Scritto da Redazione on . Postato in Appuntamenti

Francesco Diodati (foto Paola Favoino)

Francesco Diodati (foto Paola Favoino)

Venerdi 9 marzo, ore 21.30, al 100celleAperte per la rassegna 100celle Jazz, e domenica 11 marzo, ore 22.00, al club 28DiVino, Francesco Diodati in quartetto con la formazione Neko, ovvero Francesco Bigoni (sax tenore), Francesco Ponticelli (contrabbasso e basso elettrico), Ermanno Baron (batteria) e Francesco Diodati (chitarra, composizione) presenta in anteprima una selezione di brani inclusi nel nuovo cd in uscita per la Auand Records entro l’autunno.

Il successo riscosso dal gruppo al prestigioso Festival “12 Points!” di Dublino, nel 2011, e nei templi della new music newyorkesi tra cui il Fat Cat e, in occasione del festival Auand Meets NY, nell’autunno 2011, lo Smalls, ne hanno decretato la nomea di esponente di spicco della nuova scena jazz europea contemporanea, a livello internazionale.

Maurizio Giammarco

Grande jazz a Roma nei prossimi giorni

Scritto da Gerlando Gatto on . Postato in Appuntamenti

Maurizio Giammarco

Maurizio Giammarco

La stagione jazzistica è oramai entrata nel vivo per cui molte e rilevanti sono le offerte proposte in special modo al pubblico romano. Così il grande sassofonista Maurizio Giammarco sarà protagonista di tre serate in programma al Music Inn il 23, 24 e 25 febbraio. In particolare  giovedì 23 febbraio In occasione della pubblicazione della biografia inedita Monk di Robin D.G. Kelley, uscita in occasione del trentennale della morte del grande musicista americano, la casa editrice minimum fax eil Music Inn presentano: “THELONIOUS MONK TRIBUTE” per l’appunto con Maurizio Giammarco (saxes), Roberto Tarenzi (piano), Dario Deidda (bass) e Marco Valeri (drums).

Richard Cook – "Blue Note Records – La biografia"

Richard Cook – “Blue Note Records – La biografia”

Scritto da Gerlando Gatto on . Postato in I nostri libri, Recensioni

Richard Cook – "Blue Note Records – La biografia"

Richard Cook – "Blue Note Records – La biografia"

Si può raccontare la storia del jazz attraverso la storia di una casa discografica? Se tale casa èla Blue NoteRecordsla risposta è senza dubbio alcuno sì. Il bel volume di Richard Cook (originariamente pubblicato nel 2001) , interamente dedicato alla creatura di Alfred Lion e Frank Wolff,  ci narra, con dovizia di particolari, la vita della etichetta a partire dall’anno della sua fondazione nel 1939, fino alla crisi degli anni sessanta e alla successiva rinascita degli anni ottanta. E così facendo ci fa rivivere alcuni momenti particolarmente importanti nella storia e nell’evoluzione della musica jazz.