Tempo di lettura stimato: 2 minuti

disclaser

Chris Barber – Jubilee concert – Storyville Films 29001
Ecco un DVD che farà la gioia di quanti amano il “traditional jazz”: è di scena Chris Barber ripreso al Musikhuset Aarhus , in Danimarca, il 27 giugno del 1995 dinnanzi ad un pubblico entusiasta di oltre mille persone.
Il 1994 e ’95 furono anni particolarmente importanti per il trombonista dal momento che effettuò più di 100 concerti per festeggiare i 40 anni della “Chris Barber Jazz Band” costituita nel 1954. Ed in effetti tutta la prima parte del concerto vede sulla scena l’edizione originaria dell’orchestra con Lonnie Donegan e banjo, Pat Halcox tromba e cornetta, Monty Sunshine clarinetto, Jim Bray e Ron Bowden batteria. Il repertorio comprende una serie di brani classici come “Isle of Capri”,“Chimes Blues”, “Lonnie’s Blues” che spesso portano all’entusiasmo il numeroso pubblico.
Nella seconda parte Barber presenta la sua “Jazz and Blues Band” che della prima orchestra conserva il solo Halcox con l’aggiunta di Ian Wheeler e John Crocker clarinetto e sax, Paul Sealey chitarra e banjo, John Slaughter chitarra, Vic Pitt basso e Alan “Sticky” Wickett batteria. Anche in questo caso repertorio di grande popolarità con brani quali “Bourbon street parade”, “St. Louis Blues”, “Petite Fleur” e “Sweet Georgia Brown” ed ancora una volta entusiasmo alle stelle.

torna su

São Paulo SAMBA – John Neschling – Medici Artis 2057348
Un titolo fuorviante ma, una tantum, non a scapito della qualità: in effetti chi da questo DVD si aspetta il samba nell’accezione canonica del termine resterà sicuramente deluso…a meno che non ami la buona musica al di là delle etichette. Insomma niente samba ma grande musica, ben scritta e altrettanto ben eseguita.
Siamo alla Sala São Paulo il 31 dicembre del 2008 e per il consueto concerto di fine anno questa volta sono di scena la Banda Mantiqueira, la Orquestra Sinfonica do Estado de São Paulo, diretta dal grande John Neschling, il coro do Estado de São Paulo e, in veste di solisti, la cantante Monica Salmaso e il violinista Claudio Cruz.
Alle prese con uno degli appuntamenti più importanti dell’anno, la migliore orchestra sinfonica brasiliana dà il meglio di sé confrontandosi con un repertorio che parte da una considerazione ben presente nell’animo del popolo brasiliano e in genere sudamericano, vale a dire l’assoluta vicinanza se non addirittura continua interazione tra la musica classica e quella popolare. Non stupisce, quindi, che accanto a brani “colti” figurano pezzi tratti dalla tradizione popolare in un susseguirsi di situazioni sonore che coinvolgono sempre di più sia il pubblico presente in sala sia chi comodamente seduto in poltrona ha la possibilità di gustare il DVD in oggetto. Così , in questo immaginario viaggio attraverso alcune delle musiche più belle di tutto il Sud America, dopo l’apertura affidata alla “Estancia Suite: Malambo” dovuta alla straordinaria penna di Alberto GInastera, fa seguito un “Invierno Porteño” di Piazzolla che raramente avevamo sentito così ben reso da un’orchestra…e poi pagine di Villa-Lobos (straordinaria l’intepretazione del suo Chorus n°10 “Raga o Coração”, Gordurinha e Castilho, Rosa e Vadico, Mozart Camargo Guarnieri, Bosco e Blanc, Guiinga e Blanc, Francisco Mignone, Oscar Lorenzo Fernândez, César Guerra-Peixe, Ary Barroso, Tom Zé e Perna.
E i musicisti sempre lì, puntuali, precisi, trascinanti…e se volete un’idea precisa della loro valenza ascoltate in rapida successione dapprima il pezzo di Villa Lobos e poi quello di João Bosco e Aldir Blanc: il contesto è estremamente diverso ,ma il livello dell’esecuzione è sempre lo stesso, eccellente!

torna su

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti