Tempo di lettura stimato: 1 minuto

COMUNICATO STAMPA DEL 26.4.2010

Prevista l’ennesima decurtazione in Finanziaria regionale per la Fondazione The Brass Group. Prosegue ad oltranza la protesta del presidente della Fondazione The Brass Group Maestro Ignazio Garsia che da ieri staziona anche la notte con un davanti alla sede del Giornale di Sicilia.

“Rivendico per il Brass il diritto di esistere. Ignorata la legge regionale”

Prosegue ad oltranza la protesta del presidente della Fondazione The Brass Group Maestro Ignazio Garsia che da ieri staziona anche la notte con un pianoforte davanti alla sede del Giornale di Sicilia.
“Da € 900.000, destinati dalla Regione nel 2007 per le attività istituzionali della fondazione, si passerebbe, secondo notizie ufficiose filtrate dalla II Commissione Bilancio, a circa € 250.000 per l’esercizio 2010 (oltre il 70% meno rispetto alle somme destinate nel 2007). Rispetto a tutti gli altri enti di produzione lirica e teatrale, dal 2008, la Regione ha via via ridotto soltanto al Brass il contributo in conto esercizio.
Rivendico per il Brass il diritto che la nostra Orchestra Siciliana viva, né più e né meno, come le orchestre delle fondazioni liriche e sinfoniche.
Rivendico il diritto che il Brass svolga le attività d’ospitalità musicale che hanno reso Palermo una delle capitali europee del jazz. Non comprendo secondo quali meccanismi Riccardo Muti e Claudio Abbado siano – per nostra fortuna – regolarmente ospitati dai nostri teatri lirici e Miles Davis e debbano rimanere dei lontani ricordi.
Rivendico il diritto che il Brass (come tutti gli enti di produzione musicale e teatrale) abbia un teatro per le attività invernali.
Rivendico il diritto che i lavoratori del Brass (circa un centinaio di unità lavorative) non siano più oggetto di una forma di razzismo culturale che li relega, da sempre, a lavoratori di Serie B.
In altre parole, rivendico il diritto che il Brass interpreti il ruolo che il Parlamento siciliano, con la legge 1 febbraio 2006 n.5, gli attribuisce:
“La Regione riconosce la Fondazione The Brass Group quale strumento primario di produzione e diffusione dell’arte e della cultura di musica jazz e di derivazione afro-americana, e ne promuove la presenza nei programmi di cui alle leggi regionali vigenti in materia”.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti