Tempo di lettura stimato: Meno di un minuto

Una ricerca sonora verso gli indefinibili confini del jazz

Aldo Bassi è un trombettista colto ed elegante, di quelli capaci di fondersi con il proprio strumento intraprendendo metafisici viaggi attraverso i meandri della musica. Accreditato tra i migliori talenti del panorama jazzistico italiano, ha collaborato negli anni con artisti di spicco come Roberto Gatto, Enrico Rava, Danilo Rea, Tullio De Piscopo, oltre ad aver suonato insieme a Donald Harrison, Gary Bartz, Steve Turre e Mike Stern, giusto per citarne alcuni. Il suo stile, sottile intreccio di sonorità tanto europee quanto americane, negli anni ha seguito le trasformazioni che il jazz ha subìto, facendo dell’ l’elemento dominante; l’apice di questa ricerca, indiscutibilmente, si esprime proprio nella formazione in quartetto. Sul palco del The Place, il 13, Aldo Bassi presenterà ufficialmente il nuovo album, New Research, insieme ad Alessandro Bravo (pianoforte), Stefano Nunzi (contrabbasso) e Alessandro Marzi (). Una “ricerca” che coinvolgerà tutto il pubblico, per una serata di delicate alchimie e roboanti tappeti di colorati suoni.

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti