Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Miroslav Vitous

Miroslav Vitous

Si terrà il 19 – 24, 25 e 26 febbraio 2011 il quattordicesimo Festival di cultura e musica di Chiasso (CH). Quattro serate e una decina di concerti in programma nel dinamico Spazio Officina di Chiasso e nella Sala Bianca del Teatro Sociale di Como, dove verrà proposta un’anteprima il 19 febbraio.

Il titolo “Jazz around the Rock” evoca la celebre hit del statunitense Bill Haley – “Rock Around the Clock”, uno dei brani rock and roll più conosciuti della storia della musica – a suggerire la fruttuosa contaminazione dei due generi “cugini”, il jazz e il rock, quale stimolante proposta di questa nuova edizione del Festival di cultura e musica jazz di Chiasso, cittadina svizzera al confine con l’Italia. Un cartellone ricco e variegato quello delle quattro serate in programma, con una decina di concerti proposti nel dinamico Spazio Officina di Chiasso, appositamente allestito per l’occasione, il 24, 25 e 26 febbraio, e nella Sala Bianca del Teatro Sociale di Como, dove verrà proposta un’anteprima il 19 febbraio.

Tra le star protagoniste, il gruppo del contrabbassista Miroslav Vitous, uno dei componenti della prima leggendaria formazione dei Weather Report, la band che più di ogni altra ha segnato l’abbattimento delle frontiere e della contrapposizione tra i due generi. Vitous presenterà a Chiasso in anteprima una nuova versione del progetto dal titolo Remembering Weather Report, il suo omaggio discografico al gruppo e alla sua musica. Nelle tre serate chiassesi del Festival troveranno inoltre spazio grandi musicisti come il chitarrista e cantante texano James Blood Ulmer, che negli anni ’70 gettò le basi del cosiddetto free-funk e che proporrà un set in solitaria tra sferzate rock e radici blues; il gruppo Ballin’ the Jack del sassofonista-clarinettista newyorkese Matt Darriau, in una rilettura della musica degli anni ’30 e ’40, che anticipò di fatto l’avvento del rock’n’roll; un omaggio a Jimi Hendrix che verrà affidato al trombettista italiano Giovanni Falzone e alle sue Mosche Elettriche. E ancora, l’affascinante voce di una cantante in ascesa come la francese Mina Agossi; il trio del pianista zurighese Stefan Rusconi; il pianismo solitario di ; l’esuberanza di una cantante come Ebony Bones, esponente di spicco del new soul britannico. Un fitto calendario concertistico dunque, completato come sempre dalle consuete dj sessions di fine serata. Non mancherà, anche stavolta, il prologo al Teatro Sociale di Como dove sarà invitata la band 4Tune del trombettista piemontese Alberto Mandarini. Il Festival di cultura e musica jazz di Chiasso è un evento ideato e organizzato dal Comune di Chiasso, con la partecipazione della Radiotelevisione Svizzera Rete Due e la collaborazione di Jazz & Co Eventi e del Teatro Sociale di Como As.Li.Co. CDL

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti