Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Alle strette finali l’Orpheus Award 2018. Organizzato dal 2009 dall’Associazione Promozione Arte, l’Orpheus è un Premio della Critica dedicato alle produzioni fisarmonicistiche (compresi bandoneon, melodiche, armoniche, diatonici, etc.) italiane dell’anno. Attuale direttore artistico il sottoscritto (fino al 2012, Fabio Ciminiera).

Ma come si articola il premio? La parola spetta agli utenti, ai musicisti e ai critici che segnalano le produzioni dell’anno precedente. Il termine produzione indica il CD come base ma vengono accettate anche produzioni “digitali” o DVD da cui viene estratta la parte audio. I CD vengono raccolti in pagine protette online e queste rese accessibili ai critici che hanno deciso di votare.

Tre sono le categorie in cui vengono catalogate le varie produzioni (ammesso che abbia ancora un senso catalogare nel 2018):

Classica: in pratica il focus andrà sull’aspetto compositivo/interpretativo;

Jazz: con particolare attenzione all’improvvisazione e alla creatività;

World: dove progettualità e provenienza autoctona diventano gli elementi chiave per le votazioni.

Fino a questo momento particolarmente affollata risulta la sezione jazz con la presenza di alcuni dei migliori specialisti della materia che hanno presentato produzioni di sicuro spessore per cui il compito dei votanti risulterà difficile, a ulteriore conferma del livello qualitativo raggiunto dal “premio”. D’altro occorre ancora una volta sottolineare come l’Orpheus rappresenti un unicum sia per l’oggetto (un premio ai fisarmonicisti), sia per la qualità dei giurati. Questi sono critici/giornalisti/musicisti che hanno rubriche attive su riviste o web magazine. Ogni giurato ha la possibilità di votare con il seguente punteggio 1 stella scarso, 2 stelle sufficiente, 3 stelle buono, 4 stelle ottimo, 5 stelle eccellente. La raccolta dei voti che avviene generalmente nella prima parte dell’anno porta ad una fase preliminare che propone le NOMINATION (5 nomination per categoria a meno di ex-aequo) e in una successiva che assegna gli ORPHEUS. I voti dei nominati sono resi pubblici.

Gli artisti debbono essere leader o co-leader delle produzioni; nei casi dubbi rilasciano una dichiarazione firmata in cui si assumono la responsabilità delle loro dichiarazioni. A volte si verificano casi in cui CD riportino date di uscita diverse da quanto richiesto e anche in questo caso viene richiesta una dichiarazione scritta degli artisti che attestano la reale data del rilascio. E’ necessario inoltre che gli artisti abbiano la nazionalità italiana anche se con etichette straniere

Articoli scelti per te:

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento!

Commenti

commenti